uso contante 2022

Il contante nell’area euro di usa meno, ma ancora tanto, tranne che in Italia, che nel report sulle abitudini di pagamento in Eurozona, elaborato dalla Bce, si piazza al quarto posto tra i paesi che più ricorrono ai pagamenti cash. Rispetto al 2019, data della precedente rilevazione, sono stati fatti molti passi avanti nell’uso del Pos e delle carte di credito, ma il fascino della carta moneta sembra non tramontare e non solo nella Penisola, dove il limite al tetto del contante è materia di dibattito politico.

Crescono i pagamenti online, ma resiste il contante

Scrive appunto il report elaborato dalla Banca Centrale Europea. “L’uso dei contanti nei punti di vendita in termine di volume è diminuito negli anni più recenti. Il declino ha avuto un accelerazione durante la pandemia. Nel 2022 il 59% delle transazioni è stato effettuato in contanti. Tre anni fa i pagamenti in contanti erano il 72% delle transazioni. Nel 2016 erano il 79%. Il contante rimane comunque il metodo usato in modo in modo più frequente rispetto al Pos”.

Le carte dei credito e il Pos sono primi in valore 

Se le piccole transazioni vengono ancora effettuate in contanti (anche se meno) per le grandi si predilige la carta dei credito. “Quando misuriamo le transazioni con il Pos in termine di valuta, – spiega il report della Bce – risulta che quelle con la carta di credito nel 2022 ammontano al 46% e sono più alte della quota di transazioni in contanti per le prima volta. Nel 2019 le quote delle transazioni in contanti erano il 47% quelle con la carta di credito il 43%”.  In Italia i pagamenti on line sono passati dal 16 al 26% ed è a metà classifica. Italia è quarta per uso di contante, basso ancora l’uso della App.

LEGGI ANCHE: Tetto al contante e obbligo Pos, Meloni: ci dirà l’Europa cosa fare

I consumatori soddisfatti per l’uso del contante

Nei prossimi anni il trend è quello senza dubbio che prevede una diminuzione dell’uso dei contanti, anche se i cittadini dell’Eurozona continuano a ritenersi soddisfatti delle proprie possibilità di accesso al contante. La maggioranza dei consumatori (90%) trova che sia abbastanza semplice o molto semplice pagare attraverso un Atm o una bancomat. Il rimanente 10% dice che è abbastanza o molto difficile. Il 37% dei consumatori conserva le riserve di contante a casa, fuori dal wallet o dal conto in banca. Il contante è accettato nel 95% dei pagamenti fisici era il 98% nel 2019. Nell’area euro era possibile pagare con strumenti non in contanti nell’81% delle transazioni del 2022.