Il rialzo dei tassi della Fed influenza il mercato dei mutui
Federal Reserve, Jerome Powell convoca la conferenza stampa dopo il rialzo dei tassi

La giornata dei mercati inizia in modo negativo dopo la decisione di ieri della Fed di mercoledì di alzare ancora i tassi, che influenzerà sia le politiche monetarie, che la concessione dei mutui, che l’economia degli stati. Wall Street ha chiuso in calo (-1,7%) con il Dow Jones a 30.184 punti, mentre sulla stessa linea si è mosso il l’S&P-500 che è crollato dell’1,7% scendendo fino a 3790 punti. Male il Nasdaq -1,8% così come l’S&P 100, che ha perso l’1,76%. I comparti peggiori sono i beni di consumo secondari (-2,37%), le telecomunicazioni (-2,29%) e i materiali (-2,20%). In crescita invece il mercato dei mutui negli States che nei giorni scorsi ha visto ribaltarsi la situazione. Nella settimana del 16 settembre, su base settimanale si è registrato un +3,8%, in aumento al precedente -1,2%.

Fari puntati sulle politiche monetarie e sul mercato dei mutui

Dopo l’ennesima stretta sui tassi da parte della Fed i riflettori sono puntati sulle politiche monetarie delle varie banche centrali. L’euro ha aperto ancora in calo sul dollaro e viene scambiato a 0,9827 dollari. Nella giornata di oggi si attende l’annuncio dei tassi da parte della Banca Centrale Giapponese, così come di quella spagnola. In giornata la Bce dopo la riunione del consiglio generale pubblicherà il bollettino economico. Le comunicazioni interessano vari settori, in particolare quello dei mercati immobiliari.

LEGGI ANCHE: Mutui, prestiti, finanziamenti, dopo le mosse Bce è tutto più caro

Partono male anche le borse europee 

Si è aperta in negativo anche la giornata di tutte le borse Europee, in evidente ribasso in avvio di giornata. Dopo le decisioni della Fed, Francoforte è la Borsa più debole e segna un calo dell’1,8%, con Parigi e Amsterdam che perdono l’1,6%. Madrid è in territorio negativo dell’1,2%, mentre Londra ondeggia su un calo attorno al punto percentuale. In rimbalzo di poco più dell’1% gli indici della Borsa di Mosca. Male anche Milano L’indice Ftse-Mib fa segnare -1,43% a quota 21.721. In perdita anche l’Ftse Italia All-Share con -1,39% a 23.578. In calo dell’1,19% l’Italia Star a 41.80. Notizie positive dall’hub di Amsterdam, perché scende ancora il prezzo del gas.