Il palazzo della Consulta

Imu case occupate, la Consulta dichiara costituzionalmente illegittima la norma del 2011 che ha introdotto l’Imu senza esplicitamente prevedere una esenzione per le case occupate. Per spiegare la decisione i giudici supremi fanno l’esempio delle auto rubate, sulle quali non si paga il bollo: la casa occupata viene così equiparata a un bene rubato. Un qualcosa che quindi esce dal patrimonio disponibile del proprietario e sui cui, dunque, non possono essere richieste tasse perché non produce più ricchezza. La sentenza è nata da un lungo contenzioso tra i proprietari di una clinica romana occupata, Villa Fiorita, rappresentata, come precisato dal Messaggero, dall’avvocato Rosamaria Nicastro e dal commercialista Fabrizio Iacuitto dello studio Di Tanno, e Roma Capitale. Una disputa per la restituzione dell’Imu versata negli anni scorsi, comprensiva di interessi, e che ora dovrà molto probabilmente essere risarcita dal Campidoglio.

Imu case occupate, la condizione per poter evitare il pagamento e per chiedere il rimborso

La sentenza spiega che il presupposto per evitare il versamento è aver presentato una denuncia penale nei confronti degli occupanti. Chi non lo ha fatto non potrà procedere. La decisione dei giudici di fatto ribalta quello che era l’orientamento della giurisprudenza fino a questo momento, che aveva riconosciuto nella mera proprietà il presupposto del pagamento dell’Imu. I proprietari avranno d’ora in poi la meglio in tutti i procedimenti tributari in essere. Ma il rimborso dell’Imu, almeno quello non ancora prescritto relativo alle ultime quattro annualità, potrà molto probabilmente essere avanzato anche da chi ancora non ha avviato nessuna richiesta ma si è limitato ogni anno a versare la tassa. In realtà, essendo stata eliminata dal 2023, il rimborso potrà riguardare solo il 2021 e il 2022. L’Imu per le case occupate, insomma, ammonterebbe a 73 milioni l’anno. Che moltiplicati per quattro anni fanno 292 milioni. Quanta parte potrà effettivamente essere recuperata? Molto dipenderà da quanti hanno effettivamente presentato denuncia penale nei confronti degli occupanti.