In Italia sono 12 milioni le persone che soffrono di disturbi del sonno e circa 1 adulto su 4 soffre di insonnia cronica o transitoria. Negli ultimi anni, questi dati sono addirittura raddoppiati a causa della pandemia da Covid-19. Se eravamo soliti dormire abbastanza bene e riuscivamo ad addormentarci facilmente ovunque (chi più chi meno), ultimamente siamo accompagnati da questa costante sensazione d’ansia e stress, che inevitabilmente ci disturba il sonno: riscontriamo difficoltà di addormentamento, frequenti risvegli durante la notte e fatica a riprendere sonno.

Un’analisi condotta dal Centro per lo Studio e la Cura dei Disturbi del Sonno dell’Università di Bologna evidenzia, infatti, quanto la situazione pandemica abbia avuto un impatto considerevole sul benessere psicofisico degli Italiani, posizionando al vertice della classifica dei disturbi più frequenti proprio l’ansia e l’insonnia. Considerando l’importante ruolo che riveste il sonno nei confronti del nostro benessere fisico mentale, e le gravi conseguenze prodotte da una sua scarsa qualità, sono quindi necessarie azioni d’intervento concrete. E l’attività fisica – in particolare lo yoga – può rivelarsi una delle soluzioni per affrontare questa problematica e ritrovare la serenità.

Lo yoga, una forma di abbandono profondo che aiuta il sonno

Lo yoga, infatti, agisce sul rilassamento dei muscoli e della mente, proprio come succede durante il sonno. E’ una forma di abbandono profondo e per questo motivo, praticare esercizi quotidiani con lo yoga aiuta a sentirci riposati anche se non abbiamo dormito. Nel tempo, questa pratica è in grado di riparare i cicli del sonno, migliorarne la qualità e ci permetterà addirittura di addormentarci più velocemente. Anche il fitness, mediante circuiti di resistenza o aerobici ad alta intensità, può ridurre significativamente l’ansia da pre-addormentamento.

Cotto al Dente, la startApp dedicata agli appassionati del settore HealthyFood & Sport, mette a disposizione numerosi esercizi di Yoga e fitness adatti a chiunque desideri recuperare il sonno perduto, caratterizzato da semplici movimenti di allungamento, potenziamento a corpo libero e stretching. Tali flow e workouts sono pensati per ritrovare la consapevolezza del proprio corpo, respirare profondamente e abbandonare i pensieri negativi; non importa se non hai mai svolto questo tipo di attività fisica; gli esercizi sono spiegati step by step e adatti anche ai principianti.

Viparita Karani: sdraiati sulla schiena con le gambe sollevate e tese. Rilassa le braccia lungo il corpo. Chiudi gli occhi e respira rilassandoti in questa posizione. Si può eseguire anche con le gambe appoggiate al muro. Tra i suoi benefici: aiuta a favorire il sonno e a ridurre il mal di testa, migliora la circolazione dell’energia e allena la sospensione degli organi interni.

Sukhasana: questa posizione con le gambe incrociate e i palmi delle mani distesi sulle ginocchia, con pollice e indice uniti, è ideale per sciogliere le tensioni e rilassarsi. È importante concentrarsi sul respiro così da poter lasciare andare tutti i pensieri che non fanno riposare e dormire bene.

Pashimottanasana: siediti sul pavimento con le gambe distese in avanti e con la schiena dritta. Afferra i piedi o le caviglie e cerca di avvicinare il più possibile il busto alle gambe senza incurvare la schiena. Questa è una posizione calmante, rilassante e rigenerante. In particolare, è utile per chi soffre d’insonnia ed associa ad essa problemi causati dalla cattiva digestione.

Burpees: si tratta di un esercizio multi-articolare che riesce ad attivare quasi tutte le parti del corpo. In particolare, si attivano i muscoli degli arti inferiori nel momento in cui ci si piega per dirigersi verso il tappetino e quando si effettua il salto esplosivo verso l’alto terminata l’esecuzione, il core e i muscoli degli arti superiori nel momento di piegamento. È un esercizio che brucia tantissima energia e che aiuta ad aumentare la potenza muscolare e la forza.

Jumping Jack: si esegue con un salto attraverso cui si divaricano le gambe e, al tempo stesso, si portano le braccia sopra la testa per poi tornare nella posizione iniziale in cui i piedi sono uniti e le braccia lungo il corpo. Grazie all’ampio raggio di movimento, questo esercizio allena tutto il corpo. È un ottimo esercizio di riscaldamento e di resistenza; va ad aumentare la frequenza cardiaca.