Si terrà da giovedì 14 a domenica 17 settembre a Milano il 9° Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo, l’atteso appuntamento annuale con il cinema del reale ideato, fondato e diretto da Francesco Bizzarri, con la direzione artistica di Maurizio Nichetti.

Un calendario ricco di contenuti, anteprime nazionali e internazionali e appuntamenti per l’edizione 2023 di Visioni dal Mondo che si terrà in tre luoghi simbolo di cultura del capoluogo lombardo: Teatro Litta, quale sede del Concorso Italiano, del Panorama Fuori Concorso e di Visioni Incontra, la sezione Industry del Festival dedicata al business e rivolta ai professionisti, curata da Cinzia Masòtina, responsabile dell’advisory e coordinamento, Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, che ha co-curato la seconda edizione di Visioni VR, il Concorso dedicato ai documentari in realtà virtuale e, novità dell’edizione, la Cineteca Milano Arlecchino, modello di cinema d’arte moderna nel panorama della città, che ospiterà i film documentari selezionati per il Concorso Internazionale.
Anche per questa edizione, Visioni dal Mondo offrirà la possibilità di seguire le anteprime da tutta Italia sul sito ufficiale del Festival www.visionidalmondo.it attraverso le sale web della piattaforma streaming italiana MYmovies.

Francesco Bizzarri, ideatore, fondatore e presidente Festival Visioni dal Mondo

“Il palinsesto del 9° Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo, conferma ancora una volta il forte legame di Milano con il comparto audio-visivo – ha sottolineato Francesco Bizzarri, ideatore e Presidente di Visioni dal Mondo –. Un legame unico, innovativo e produttivo che rende la nostra città un palcoscenico eccezionale di creatività, capacità e saper fare. Anche questa quattro giorni di Visioni dal Mondo – continua Bizzarri – con le anteprime, i temi indagati attraverso i 38 film documentari di forte impatto che abbiamo selezionato e i talk in calendario, conferma il coraggio e la forza del nostro Festival di intercettare i cambiamenti e di far conoscere gli aspetti inediti del cinema della realtà. Quest’anno sarà in modo ancora più forte grazie al tema che abbiamo scelto e che accompagnerà la nona edizione di Visioni dal Mondo “Ascoltare con gli occhi”. Un invito a sintonizzare la mente, gli occhi e il cuore per vivere intensamente e comprendere nel profondo i film documentari che raccontano la vita con un linguaggio audiovisivo completamente libero. Perché un vero osservatore è colui che ascolta anche attraverso gli occhi”.

Maurizio Nichetti, direttore artistico Festival Visioni dal Mondo

“In un mondo audiovisivo in cui anche i cartoni animati per bambini seguono ritmi frenetici, alla continua ricerca di “adrenalina per gli occhi” noi pensiamo si debba tornare all’ascolto delle storie per saperle comprendere per poterle condividere.” Maurizio Nichetti, direttore artistico di Visioni dal Mondo.

38 le anteprime in calendario. Sono 38 le anteprime dei film documentari italiani e internazionali in programma per le diverse sezioni del Festival: Concorso Italiano con le due categorie lungometraggi e new talent opera prima rivolto ai cineasti italiani, Concorso Internazionale, dedicato a produzioni straniere e Panorama Fuori Concorso.

Il tema del 9° Festival Visioni dal Mondo. “Ascoltare con gli occhi” è il tema che, nella sua più ampia accezione, accompagnerà la nona edizione del Festival Visioni dal Mondo.
“Ascoltare con gli occhi” pone l’accento sull’etimologia della parola ascoltare, ovvero lo stare a sentire attentamente, sul prestare attenzione, osservare, percepire, sul sentire per capire, apprendere e accrescere la propria esperienza.

I grandi temi di attualità indagati da Visioni dal Mondo 2023. Temi internazionali, quali la guerra raccontata dai media e attraverso chi la vive e la soffre in anteprime dei film come The Rise of Wagner, e le rivolte contro i governi oppressori trattati in Until the Sun Dies. Grandi biografie del mondo dello sport e della musica narrate in Meneghin. Storia del più grande cestista di tutti i tempi e in The Stones & Brian Jones ma anche racconti insoliti come il volto di una Milano meno conosciuta ma intrisa di storie straordinarie di generosità, amore e altruismo.
E ancora la rivoluzione genomica, il futuro nello spazio, l’arte e la cultura underground, l’immigrazione e i rifugiati, i diritti delle minoranze. Questi alcuni dei temi di attualità mondiale che saranno indagati attraverso lo sguardo autentico del Festival Visioni dal Mondo. Testimonianze reali si intrecciano con storie di vita personali e offrono nuovi spunti di riflessione.
Le proiezioni dei film documentari avranno la presenza in sala dei registi che risponderanno a curiosità, approfondimenti e domande del pubblico.

L’incontro con il regista. Sarà Roberto Andò, regista e scrittore, la guest of honor del 9° Festival con un incontro in programma. A Roberto Andò nell’ambito del Festival sarà consegnato il Premio alla Carriera Visioni dal Mondo 2023.

I partner e gli sponsor 2023. Il 9° Festival organizzato da Frankieshowbiz è patrocinato da RAI, dall’Associazione dell’autorialità cinetelevisiva 100autori, CNA Cinema e Audiovisivo e sin dalla prima edizione ha il supporto dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano.
Main sponsor GKSD Investment Holding Group, sponsor BNL BNP Paribas e Pirelli, media partner Rai Cultura e Rai Documentari, il sostegno di Rai Cinema, radio media partner Radio24, la collaborazione di Luce Cinecittà, Lombardia Film Commission, Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani, MYmovies.it, CoPro, The Israeli Coproduction Market, DOK.fest München, Image Building, Cineteca Milano Arlecchino e il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci come cultural partner. Il Festival è associato ad Afic – Associazione Festival Italiani di Cinema.

Le sezioni del Festival 2023

Concorso Italiano dedicato ai cineasti italiani con due categorie, lungometraggi e new talent opera prima. 20 i film documentari in Concorso per i premi:
– Premio Visioni dal Mondo Miglior Lungometraggio Italiano del valore di 5.000 euro, assegnato da autorevoli giurati, quali: la critica cinematografica Luisa Morandini, la produttrice Alessandra Galletta e Giangiacomo De Stefano, autore e produttore;
– Premio GKSD Investment Holding New Talent Opera Prima del valore di 2.500 euro, conferito da una giuria composta da studenti delle facoltà e delle scuole di cinema milanesi Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, IED – Istituto Europeo di Design e Centro Sperimentale di Cinematografia.
I lungometraggi in Concorso concorreranno al Riconoscimento Rai Cinema, dedicato a Franco Scaglia che prevede l’acquisizione dei diritti televisivi per le Reti Rai.

Concorso Internazionale, rivolto alle produzioni indipendenti straniere, con la proiezione in anteprima italiana di 9 film documentari che concorreranno al:
– Premio Visioni dal Mondo Miglior Documentario Internazionale, del valore di 3.000 euro, assegnato da giurati internazionali quali: Nilly Kalmar, responsabile della programmazione di CoPro25 the Israeli Market, Nicolò Bongiorno, produttore e regista e Susana Fernandez, responsabile del DOK.forum Perspektiven del Festival di Monaco;
– Premio Amici Cineteca Milano, conferito da una giuria composta dai possessori di Cinetessera 2023 della Cineteca Milano Arlecchino.

Panorama Fuori Concorso Eventi Speciali con la proiezione di alcuni dei più prestigiosi e significativi film documentari che sono stati realizzati in questa stagione o in anteprima assoluta.

Visioni VR. Visioni VR, giunta alla seconda edizione, è la sezione del Festival interamente dedicata alla realtà virtuale. Nata dalla collaborazione tra Visioni dal Mondo e il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia, con l’obiettivo di promuovere la creatività ‘virtuale’ del settore documentario e offrire al pubblico esperienze sempre più immersive, vede quest’anno la partecipazione di 6 documentari che spaziano dall’attualità alla pedagogia, dal viaggio fisico a quello interiore fino al racconto di avvenimenti cruciali della storia recente e concorreranno al Premio speciale Visioni dal Mondo decretato da una giuria popolare del valore di 1.000 euro.

Visioni Incontra. Visioni Incontra, la sezione Industry del Festival curata da Cinzia Masòtina, responsabile dell’advisory e coordinamento, aprirà la manifestazione e si terrà giovedì 14 e venerdì 15 settembre. La sezione, esclusivamente dedicata al settore, a inviti e per soli accreditati, prevede panel, roundtable e il Concorso Visioni Incontra, dedicato ai progetti documentari ancora nella fase work in progress o in final development.

Tra le attesissime anteprime, storytelling del reale, in cartellone al Festival:

Film di apertura della nona edizione del Festival sarà il film documentario The Stones & Brian Jones, regia di Nick Broomfield, in programma, su invito, giovedì 14 settembre alle ore 20.30 al Teatro Litta alla presenza del regista.
In The Stones & Brian Jones Nick Broomfield svela la vera storia e l’eredità di Brian Jones, il fondatore e il genio creativo dei Rolling Stones.
Nick Broomfield all’età di 14 anni, incontra Brian Jones, per caso, su un treno. “Era seduto tutto solo in uno scompartimento di prima classe. Bussai alla porta e, con una certa temerarietà, mi presentai”. Brian era all’apice del successo, con il mondo ai suoi piedi, eppure solo sei anni dopo sarebbe morto, a 27 anni. Il film analizza le relazioni e le rivalità all’interno della band in quegli anni. Esplora la libertà iconoclasta e l’esuberanza degli anni ’60, un’epoca di conflitti intergenerazionali e di turbolenze sessuali. Grazie a interviste rivelatrici con tutti i protagonisti e ad archivi inediti pubblicati per la prima volta, il film esplora il genio creativo musicale di Jones, chiave del successo della band, e scopre come il fondatore di quella che è diventata la più grande rock & roll band del mondo sia stato lasciato nell’ombra della storia.
La narrazione si svolge lentamente in un intreccio suggestivo, ipnotico e a volte straziante di testimonianze e ricchi filmati d’archivio: un ritratto di un’epoca dorata di stupefacente creatività, ma anche di autodistruttività e inevitabile tragedia.

Scab Vendor di Lucas de Barros e Mariana Thomé è il film documentario sulla vita e i tempi di Jonathan Shaw, il famoso tatuatore che ha cambiato il mondo dei tatuaggi negli anni ’80 a New York e che, all’apice della sua carriera, ha rinunciato a tutto per riscattarsi attraverso la scrittura, diventando alla fine il nuovo Bukowski.
Nato con un cucchiaio d’argento in bocca, figlio del bandleader jazz Artie Shaw e della star hollywoodiana Doris Dowling, l’adolescenza di Jonathan Shaw è stata segnata dalla ribellione alla vita glamour dei genitori e dall’estrema avversione per l’alcolismo della madre. Dopo aver rischiato di morire di overdose di eroina a vent’anni, Jonathan è diventato il tatuatore di riferimento di New York. Aprì il suo studio nel 1993, quattro anni prima che il tatuaggio fosse legale a Manhattan. Tra le persone che hanno visitato il negozio ci sono Johnny Depp, Jim Jarmusch e Iggy Pop. Il film documentario esplora come un uomo, al top della sua carriera di tatuatore, abbia scelto di rinunciare al suo stile di vita da celebrità per sfuggire al proprio circolo vizioso. Un viaggio accattivante e psichedelico nella vita di Shaw, che mostra il suo talento e il suo impatto sulla scena artistica e culturale.

Make People Better di Cody Sheehy. Il film documentario si concentra sulla figura dello scienziato cinese He Jiankui, che ha alterato la struttura genetica degli embrioni per produrre i primi bambini geneticamente modificati al mondo. L’esperimento controverso, sostenuto dal governo cinese e dai migliori scienziati statunitensi, ha suscitato un clamore internazionale. Il Dr. He è presto “scomparso” e non si hanno notizie sulle gemelle di cui ha modificato i geni. Un documentario thriller che, attraverso interviste inedite con Dr. He e altre personalità della comunità scientifica internazionale, da scienziati e ricercatori a giornalisti, denuncia la misteriosa storia dietro questo fatto scientifico internazionale e dipinge un mondo in cui governi e aziende tradizionalmente rivali collaborano per rendere bambini geneticamente modificati la nuova normalità. In Make People Better, il regista Cody Sheehy si addentra in questa complessa storia di scoperte genomiche, etica biomedica e affari segreti del governo cinese e statunitense.

Until the Sun Dies di Jonas Brander. Il film documentario che racconta una condizione umana: la bellezza della vita e della resistenza che cade in un soffio nella morte e nella distruzione. Mentre negli ultimi anni l’attenzione internazionale si è concentrata sul processo di pace in Colombia e sulla sua realizzazione, la violenza contro le popolazioni indigene e i movimenti popolari nel Paese è in costante aumento. Until the Sun Dies segue due delle figure più importanti della resistenza del Paese: Albeiro Camayo, un leader indigeno, e Luz Marina Bernal, una madre che da oltre dieci anni lotta per ottenere giustizia sull’uccisione extragiudiziale di suo figlio e di migliaia di civili da parte dell’esercito colombiano. Dopo l’assassinio del figlio, Luz Marina si è trasformata da casalinga a una delle più importanti attiviste per i diritti umani del Paese, opponendosi alle lotte legali e politiche attraverso l’arte e il teatro. Albeiro è il coordinatore della “Guardia Indigena”, un’unità di autodifesa della tribù Nasa non armata, che si è trovata sotto il fuoco incrociato del conflitto tra guerriglia e gruppi paramilitari, multinazionali e repressione statale.

Meneghin. Storia del più grande cestista italiano di tutti i tempi di Samuele Rossi, prodotto da Solaria Film ed Echivisivi, in collaborazione con Rai Documentari, è un viaggio in una delle più emozionanti storie che lo sport italiano abbia regalato ai suoi appassionati.
“SuperDino”, come spesso era chiamato dai suoi sostenitori, ha rappresentato un intero movimento sportivo, forse come nessun altro campione. Indomabile, combattivo, tenace, esempio fuori e dentro al campo, raro caso di longevità sportiva, ha unito i tifosi di tutte le squadre con la sua immagine di atleta integerrimo.
Nel docufilm, oltre all’emozionato racconto di Meneghin, le voci esclusive di familiari (il figlio Andrea, la moglie Caterina), i compagni di squadra e gli storici allenatori che lo hanno guidato, su tutti Sandro Gamba e Dan Peterson.
“Vogliamo continuare a raccontare lo sport “- dichiara il produttore Emanuele Nespeca – “così come abbiamo fatto con la precedente produzione sui fratelli Abbagnale. È una direzione che stiamo costruendo con convinzione visto quanto lo sport e solo lo sport può far riscoprire alcuni valori fondamentali della vita come il sacrificio e la forza di volontà”.

VISIONI INCONTRA

Visioni Incontra, la sezione Industry del Festival ad inviti e per soli accreditati aprirà la manifestazione e si terrà giovedì 14 e venerdì 15 settembre. Visioni Incontra prevede il Concorso dedicato ai progetti documentari, ancora nella fase work in progress o in sviluppo avanzato, panel, roundtable e workshop su temi legati al mercato e al mondo del documentario.

In Concorso 20 progetti italiani e internazionali che concorreranno ai premi:
Premio Visioni Incontra Miglior Progetto Documentario del valore di 2.500 euro;
Premio sottotitoli Lo Scrittoio, assegnato al progetto che meglio racconti la globalità e l’interculturalità;
Premio Archivio Documentario Luce, il premio consiste nella fornitura di materiale di Archivio del Luce, per un massimo di 10 minuti, al progetto ritenuto dai responsabili del Luce il più interessante per il suo utilizzo dell’Archivio;
Premio La Compagnia costituito dalla selezione di un progetto che, una volta ultimato, verrà inserito nella programmazione del Cinema La Compagnia di Firenze, l’unica sala in Italia dedicata esclusivamente al cinema documentario.
Premio Bio to B costituito dalla selezione di un progetto che, una volta ultimato, potrà partecipare al Bio to B, appuntamento annuale che Biografilm Festival (Bologna) dedica al networking business to business tra professionisti dell’audiovisivo.

Inoltre, fuori concorso il progetto My Mafia Family, regia di Giorgio Carella, prodotto da Graffiti Doc, produttori Enrica Capra, Christian Popp e Davide Gambino, vincitore del Premio Visioni Incontra al Bio to B 2023 (Industry days del Biografilm Festival) in partnership con l’evento bolognese.

Cinzia Masòtina, Advisory and coordination Visioni Incontra

“Il cinema del reale, il documentario – in ogni formato – continua il suo percorso di successo, accreditandosi presso i diversi pubblici come il prodotto audiovisivo in grado di unire la sperimentazione, l’ibridazione di linguaggi, la ricerca, l’urgenza della messa in scena di temi e aspetti della contemporaneità e della Storia – dice Cinzia Masòtina, responsabile dell’advisory e coordinamento Visioni Incontra – Ma mai come in questo periodo il sostegno alla sua produzione e promozione viene messo a rischio da miopie che leggono l’audiovisivo tout court come puro intrattenimento. La parola cultura non è polverosa e stantia: è sfidante, identitaria, includente, disarmante, problematicamente stimolante ed il cinema documentario ne è la prova. I progetti selezionati da Visioni Incontra, come ogni anno, testimoniano tutto ciò: una tavolozza ricchissima di colori e sfumature ed il talento degli autori e produttori”.

Visioni Incontra ospiterà tra le altre una delegazione tedesca composta da registi e produttori accompagnati da Susana Fernandez, responsabile DOK.forum Perspektiven del Festival di Monaco. La presenza della delegazione, che seguirà la due giorni dedicata all’Industry, rientra in una più ampia collaborazione tra il Festival Visioni dal Mondo e Dok Fest München.
Panel
LOMBARDIA FILM COMMISSION – Programmi e progetti per il comparto audiovisivo
Interverranno: il Presidente di Lombardia Film Commission Dottor Marco Allena e altri ospiti istituzionali.

Workshop
Chi ha paura dell’algoritmo? A.I. e l’Industria creativa e dell’audiovisivo: utilizzo, pratiche, regolamentazioni e implicazioni sociali ed etiche
Il Workshop si articolerà in due sezioni, la prima strettamente esemplificativa dell’utilizzo attuale della A.I nell’industria creativa, dell’intrattenimento e dell’audiovisivo; la seconda sarà dedicato agli esperti e all’approfondimento degli aspetti tecnologici, economici, legali e legislativi entro i quali si dovrà sviluppare L’A.I..

Speed Date Corner: due sessioni pomeridiane di Speed Date in cui i produttori non selezionati in Concorso potranno conoscere Film Commissions e Film Funds nazionali e internazionali, produttori, distributori, commissioning editors italiani ed internazionali.
Le imprese potranno accedere agli Speed Date solo previo accreditamento e iscrizione alla Sezione Speed Date Corner.
Il team di Visioni Incontra si riserva di selezionare le imprese a seguito dell’avvenuta iscrizione.

Sede di Visioni Incontra – riservato agli accreditati:
Ufficio accoglienza e accreditamento – Corso Magenta 24 – Milano
Pitching Contest – Teatro Litta, Corso Magenta 24 – Milano
Panel e Roundtable – Sala Cavallerizza, Corso Magenta 24 – Milano
Modalità di accreditamento e costi: sarà possibile effettuare l’accredito sul sito www.visionidalmondo.it nella sezione “Accrediti Visioni Incontra”. La quota di accredito, pari a 79€, comprende la partecipazione alla presentazione dei progetti, agli incontri e panel, lunch networking e cocktail di premiazione del concorso Visioni Incontra.

 

 

 

 

 

 

 

I luoghi del Festival
Teatro Litta, Corso Magenta 24 – Milano
Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Via San Vittore 21 – Milano
Cineteca Milano Arlecchino, Via S. Pietro All’Orto 9 – Milano

Biglietti e abbonamenti per le proiezioni dei film documentari:
costo biglietto 5€ per singola proiezione Teatro Litta e Cineteca Milano Arlecchino
costo abbonamento 9,90€ per tutte le proiezioni Teatro Litta e Cineteca Milano Arlecchino
costo biglietto Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci 10€, comprensivo delle proiezioni Visioni VR
costo abbonamento MyMovies 3,90€ per le proiezioni online

Il Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo ha avviato un percorso verso una necessaria transizione ecologica attraverso un processo di attestazione di evento sostenibile e ha ottenuto l’attestato Ecoactions di evento a basso impatto, rilasciato da Ecoevents – Legambiente.

9° Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo
a Milano dal 14 al 17 settembre e online su www.visionidalmondo.it