Il caffè risveglia l’interessedegli Emirati Arabi

Gli Emirati sono uno dei mercati a più rapida crescita a livello mondiale in termini di consumo di caffè. A Dubai, inoltre, sono presenti tutti i principali player internazionali del mondo delle catene, il segmento di mercato più importante per quanto riguarda il business delle macchine superautomatiche». Franco Panno, amministratore delegato di Gruppo Cimbali, commenta con Economy le motivazioni che hanno spinto l’azienda ad espandersi a Dubai, inaugurando un nuovo ufficio di rappresentanza con uno showroome un training center con le ultime novità dei brand LaCimbali e Faema. Gli Emirati, infatti, rappresentano uno dei mercati a più rapida crescita al mondo in termini di consumo di caffè. Dal 2012 al 2016 il numero giornaliero di tazzine è passato da 1,4 a 3,4 miliardi. «L’apertura del nuovo ufficio di rappresentanza di Dubai – spiega Panno – si inserisce nel nostro percorso di crescita internazionale che, per quanto riguarda l’area asiatica, ha visto negli ultimi anni l’inaugurazione della nuova filiale commerciale di Shangai e l’apertura del nuovo ufficio di rappresentanza di Singapore. Dubai rappresenta un passo importante del nostro percorso di crescita nel Middle East, un mercato dove oggi siamo già leader nel segmento delle macchine professionali tradizionali con un market share del 30%». Il Gruppo Cimbali è leader mondiale nella progettazione e produzione dimacchine professionali per caffè. Nel 2017 ha fatturato 180 milioni, in crescita del 7% rispetto all’anno precedente. L’80% dei ricavi provengono all’estero. Complessivamente vengono impiegati circa 700 addetti, nei tre stabilimenti produttivi italiani e in quello americano a Seattle dove vengono prodotte le macchine a marchio Slayer. Nel 2012 il Gruppo Cimbali ha fondato il Mumac – Museo della Macchina per Caffè, la prima esposizione permanente dedicata alla storia e alla cultura delle macchine per il caffè espresso.

«A Dubai – prosegue Panno – coesistono il bar tradizionale, il locale all’avanguardia e la scena dell’offerta alberghiera e della relativa ristorazione, è vivace, sempre attuale e spesso all’avanguardia. Il pubblico è sia locale e soprattutto, internazionale, in visita da tutto il mondo, per un viaggio d’affari o per turismo. Dubai sarà inoltre la sede di Expo 2020, e questo evento, come spesso accade, movimenta persone, apre progetti e opportunità che gettano le basi per il medio e il lungo periodo».

A Dubai sono presenti i principali player internazionali del settore e Cimbali ha il 30% del mercato delle macchine professionali

L’inaugurazione del nuovo ufficio è avvenuta in concomitanza con Gulfood, il più significativo appuntamento sul Food & Beverage negli Emirati Arabi Uniti a cui il Gruppo sta partecipando con un progetto dedicato alla cultura del caffè e all’arte della sua estrazione e degustazione. Il nuovo ufficio, al 27° piano della Jumeirah Lake Tower, ospita uno showroom e un training center per attività di formazione tecnica e sensoriale dove sono esposti i modelli di punta dei brand La Cimbali e Faema.

«Questa apertura – conclude l’amministratore delegato di Cimbali – ci consente di essere più vicini ai nostri clienti fornendo loro supporto e formazione. Inoltre, ci apre la possibilità di presidiare direttamente non solamente Dubai, ma tutti gli Emirati Arabi Uniti e, in generale, il mercato mediorientale, in crescita in tutti i segmenti del canale Ho.Re.Ca (acronimo di Hotellerie, Restaurant e Café, ndr) e, in particolare, nelle catene, nell’hotellerie e nei sempre più numerosi specialty coffee shop».