Piazza Affari chiude in lieve rialzo una giornata in altalena. Spread stabile a 105

I listini europei scommettono su un’affermazione in tempi rapidi di Joe Biden (sempre più plausibile mentre viene redatto questo articolo) e decollano dopo un inizio in forte perdita. Il motivo è che perfino Trump, che pure si è detto pronto ad andare davanti alla Corte Suprema, inizia ad ammettere che vi sia la possibilità che in alcuni stati non uscirà vincitore. Lo fa a suo modo, lanciando l’accusa di brogli elettorali che andranno doverosamente smentiti ma che al momento sembrano improbabili. Per questo, Milano guadagna poco meno del 2% e riguadagna quota 19.300 punti, un livello che era stato perso dopo i rovesci della scorsa ottava. Lo spread è in diminuzione a 130 punti, così come il rendimento dle decennale che è ora allo 0,66%. Bene anche gli altri listini europei: Francoforte guadagna l’1,8%, Londra l’1,7, Parigi quasi il 2,2 mentre Madrid “solo” lo 0,4%.