Hubway, al via una campagna di crodfunding su Opstart

Flessibilità, rapidità ed efficienza: sono queste le principali esigenze dei professionisti di oggi, abituati a muoversi in un mercato del lavoro sempre più fluido e dinamico e dunque alla costante ricerca di soluzioni agili e funzionali. Se in passato le persone erano abituate a svolgere la propria attività professionale in un unico luogo – il classico ufficio fisso – e per periodi prolungati, oggi necessitano invece di spazi lavorativi o locali commerciali a uso temporaneo, da poter sfruttare solo per un tempo definito, anche brevissimo. Spazi pronti all’uso, già arredati e dotati di tutti i comfort e le caratteristiche necessarie per poter lavorare agevolmente, che possano essere prenotati in maniera semplice e rapida (anche a distanza e all’ultimo minuto), senza lungaggini burocratiche e costi nascosti, per poi essere lasciati in maniera altrettanto facile e veloce una volta esaurito il loro scopo.

Allo stesso tempo, i proprietari di locali a uso lavorativo hanno bisogno di un sistema per monetizzare i propri beni immobili e fronteggiare la crisi che ha investito il settore del Real Estate in Italia, messo a dura prova dall’emergenza sanitaria, la quale ha ridotto all’osso la necessità di uffici fissi da affittare con contratti a lunga durata. Hubway è la prima piattaforma italiana per affittare uffici e spazi commerciali in tutta Italia a breve termine – da un solo giorno a vari mesi – prenotandoli comodamente online anche last minute. Facile, veloce e sicuro, Hubway offre ai professionisti la flessibilità, la convenienza e l’ampia scelta di cui hanno bisogno e, al tempo stesso, rappresenta per i proprietari immobiliari una soluzione intelligente e vantaggiosa per guadagnare con le loro proprietà. Hubway sfrutta infatti il meccanismo degli affitti brevi che, a differenza dei contratti di affitto tradizionali, permette di ottenere maggiori introiti massimizzando i profitti.

Con Hubway, inoltre, i proprietari di immobili sono esentati da tutti gli aspetti burocratici e amministrativi legati alla locazione: il team di Hubway prende infatti in carico la gestione dei pagamenti e l’emissione delle fatture, liberando gli host da stress e preoccupazioni e scongiurando qualsiasi rischio di insolvenza.

Come funziona

L’utente che vuole affittare uno spazio da usare come ufficio per un determinato periodo di tempo non deve far altro che collegarsi a www.hubway.it e, dopo aver specificato la zona (in tutta Italia), il tipo di immobile richiesto e la durata dell’affitto, consultare le diverse opzioni presenti sulla piattaforma. Una volta visionate le foto e le descrizioni degli spazi disponibili ed effettuata la propria scelta, l’utente può quindi procedere alla prenotazione e al pagamento in pochi click, senza alcun bisogno di recarsi sul posto. Dal canto loro, i proprietari che desiderano mettere in affitto i propri immobili devono occuparsi esclusivamente della pulizia degli spazi e dell’organizzazione del calendario: tutto il resto – dal caricamento delle proposte sulla piattaforma, all’incasso dei pagamenti dei clienti fino all’emissione e invio delle fatture – viene interamente gestito da Hubway, che propone inoltre agli host servizi aggiuntivi quali la sponsorizzazione on site a pagamento per ottenere maggiore visibilità, la fornitura di arredamento e la gestione di campagne di marketing sui social.

La campagna di equity crowdfunding

Per migliorare ulteriormente la piattaforma, sviluppare un’app mobile e puntare all’espansione sul mercato internazionale, Hubway ha deciso di lanciare una campagna di equity crowdfunding volta a raccogliere fino a 200.000€ (obiettivo massimo). L’operazione che permetterà a chiunque di contribuire alla futura crescita del progetto ha preso il via il giorno 13 aprile 2021 sulla piattaforma Opstart. L’obiettivo minimo della campagna è fissato a 50.000€. Per aderire e diventare a tutti gli effetti soci di Hubway è possibile investire a partire da un minimo di 250€. Tutti i dettagli sono disponibili su Opstart. Investendo in Hubway si potrà inoltre usufruire delle detrazioni fiscali al 30% introdotte nel 2020 dal Decreto Rilancio (e confermate anche per il 2020) che permettono di recuperare la metà dell’importo investito sotto forma di credito d’imposta.