Guerra in Ucraina quanto costa

La guerra in Ucraina va avanti dal 24 febbraio scorso, causando, giorno dopo giorno, dei problemi di natura economica in tutto il vecchio continente, compresa naturalmente l’Italia. Ma qual è il costo della guerra i Ucraina per ogni singolo italiano? A provare a rispondere a questa domanda ha pensato la Cgia di Mestre che, partendo dalla perdita di 24 milioni di euro reali del Pil del Paese da inizio del conflitto ucraino, ha fatto corrispondere la perdita di ogni famiglia italiana a 929 euro.

Guerra in Ucraina: quanto costa agli italiani?

Secondo quanto riportato dall’Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Mestre, i costi maggiori per la guerra in Ucraina avrebbero riguardato i cittadini italiani residenti di Trentino Alto Adige (-1.685 euro), Valle d’Aosta (-1.473) e Lazio (-1.279). Si tratta, naturalmente, di stime parziali e suscettibili di ulteriori cambiamenti con il perdurare dello stato di guerra. Ad inficiare sul calo sarebbero state l’inflazione, il costo delle bollette di luce e gas ed i derivanti rincari dei beni e i limiti al consumo interno ed internazionale.

Oltre alle tre Regioni menzionate, situazioni meno gravi, ma comunque critiche, si registrerebbero anche in Veneto (-1.065 euro), in Toscana (-1.059) e in Basilicata (-1.043), Piemonte (-1.039) e in Emilia-Romagna. (-1.035). Al Sud, invece, l’impatto economico sarà meno evidente a causa di un’economia meno aperta ai mercati internazionali e dimensionalmente più piccola in termini di Pil pro-capite.

Non arrivano dunque buoni segnali sull’economia italiana, già fortemente turbata dai precedenti due anni di pandemia e restrizioni. Il pericolo più grande, secondo diversi esperti, è che il Paese possa lentamente scivolare nella stagflazione con un’economia a crescita pari a zero e un’inflazione che si avvierebbe a sfiorare le due cifre e che vanificherebbe gli interventi messi in atto grazie del Piano nazionale di ripresa e resilienza, Pnrr.