di Carla Serra

Due sport hanno recentemente portato l’Italia al centro dell’interesse mondiale. Non si parla di calcio! Bensì di golf e tennis. Ecco gli sport da praticare o almeno conoscere per “pontificare” questa estate.

Tennis e golf vanno da sempre a braccetto, legati dal movimento, dall’eleganza del gesto, dalla storia antica e dai tanti soldi in ballo.

Le due discipline individuali più praticate al mondo, nel nostro Paese sonnecchiavano. A risvegliare l’interesse per il golf è stato l’evento più seguito al mondo dopo i Mondiali di calcio e le Olimpiadi: la Ryder Cup. La massima competizione tra Europa e Stati Uniti d’America per la prima volta in quasi cento anni di storia si è tenuta in Italia lo scorso autunno. La squadra del Vecchio Continente ha sbaragliato la favoritissima America.

Roma e il Marco Simone Golf & Country Club, sede della gara, sono stati invasi in sei giorni da oltre 271 mila appassionati da tutto il mondo, che hanno incitato con un tifo da stadio i campioni. Oltre 620 milioni di telespettatori si sono collegati in più di 190 Paesi. Franco Chimenti, presidente della Federazione Italiana Golf (Fig) l’ha sottolineato: «L’Europa unita in campo ha entusiasmato e sovvertito ogni pronostico, superando una corazzata come il team Usa, con il supporto dei due vice capitani azzurri, i fratelli Molinari». Francesco Molinari è già stato cooptato come vice capitano dell’Europa per l’edizione 2025 della Ryder che si terrà negli Stati Uniti. Edoardo, laureato al Politecnico di Torino e soprannominato dai compagni “stats genius” (il genio delle statistiche), si è unito ad Arccos, la piattaforma leader nell’AI applicata al golf, già adottata dal Pga Tour, l’organizzazione che cura i principali tornei professionisti negli Stati Uniti.

Le vittorie dei fratelli Molinari avevano fatto conoscere il golf, ma era stato il Covid a portare sui green gli italiani, visto che era uno dei pochi sport praticabili durante la pandemia. Purtroppo è anche uno degli sport con il più alto tasso di abbandono. Così dopo il picco nel 2021, il numero di tesserati (per praticare è obbligatorio essere iscritti alla Fig) è rimasto stabile fino al 2023 con 92.722, di cui il 10% giovani.

Guardando oltre, la Ryder Cup ha messo l’Italia nella mappa del golf mondiale. Le prenotazioni dall’estero per vacanze sui campi italiani sono in netto aumento. Ci vorranno comunque lustri per recuperare l’investimento di denaro pubblico per l’evento: 60 milioni di euro prima, e dopo altri 13 (in parte con un prestito del Credito Sportivo) per ripianare i conti. Bazzecole per il business del golf mondiale. Per contrastare l’avanzata economica nel golf della Liv, la superlega araba, finanziata dal fondo sovrano dell’Arabia Saudita, il Pga Tour riceverà investimenti per 3 miliardi di dollari. Tra gli investitori, tutti privati, ci sono il rapper Drake e il campione di basket LeBron James.

Di milioni si parla anche nel tennis. In particolare, per i contratti siglati da Jannik Sinner con le aziende. La prima, la più lungimirante, è stata Gucci, che gli aveva messo in spalla il borsone griffato a Wimbledon. Il talento azzurro è testimonial anche di Rolex, Alfa Romeo, Lavazza, Parmigiano Reggiano, Fastweb e Technogym. Ma il contratto più ghiotto è stato firmato con Nike nel 2019, e poi rinnovato nel 2022 per altri 10 anni, per 150 milioni di dollari, ovvero 15 milioni all’anno.

Nato a San Candido in provincia di Bolzano, Sinner ha la residenza nel Principato di Monaco. Anche se non paga le tasse in Italia, le sue vittorie ne hanno fatto il simbolo del riscatto italico, hanno risollevato l’orgoglio nazionale, riportato la Coppa Davis in Italia, tinto di arancione non solo gli spalti ma l’intera Torino, dove si tengono dal 2021 le Nitto Atp Finals, il torneo professionistico più importante dopo le quattro prove del Grande Slam.

Un italiano in finale ha fatto un gran bene aIl’economia torinese e all’immagine della capitale sabauda. Secondo l’analisi di Ernst & Young, l’impatto economico sul territorio delle ultime Nitto Atp Finals di Torino è stato di oltre 300 milioni di euro, superiore a quello di Sanremo 2024, per fare un paragone. Sono numeri da record che si prevede saranno superati nell’edizione del prossimo novembre.

Sinner ha acceso una vera e propria febbre per il tennis: + 54% di tesserati rispetto all’anno scorso – e si arriverà al milione entro l’anno – , scuole esaurite, campi gremiti ad ogni ora, tornei sold out con mesi di anticipo.

L’effetto Sinner va oltre lo sport. Dalle vacanze alla moda, il tennis, come il golf, è il simbolo di uno stile “old money”, di una eleganza senza ostentazione. Piace ai ragazzini come ai nonni che rivivono le glorie di Panatta e Pietrangeli, vincitori della prima Coppa Davis per l’Italia nel 1976. Intanto giocatori di golf e di tennis diventano star nelle serie Netflix dedicate ai due sport: “Break Point” e “Full Swing”. E al cinema è il momento di “Challengers”, film di Luca Guadagnino con Zendaya ambientato nel mondo del tennis.

CAMPI CON VISTA

Quest’anno si parte in vacanza con racchetta e sacca da golf. In attesa di emulare l’astronauta Alan Shepard Jr, l’unico uomo ad aver giocato a golf sulla luna, ecco 12 destinazioni con campi da golf e/o tennis immersi in paesaggi spettacolari, mete ideali non solo per gli sportivi, ma per tutta la famiglia. Dove magari incontrare campioni come Rafa Nadal ed Andy Murray.

Adare Manor, Irlanda

Sarà questo spettacolare campo nella contea di Limerick ad ospitare nel 2027 la Ryder Cup. Lungo la famosa Wild Atlantic Way, l’Adare Manor (adaremanor.com) è un pluripremiato resort 5 stelle completamente rinnovato nel 2017. Nella tenuta di 340 ettari intorno al castello neogotico si possono inoltre praticare padel, tiro al piattello e con l’arco, falconeria, pesca.

Asolo Golf Club, Veneto

Fondato da Gilberto Benetton e presieduto oggi dal nipote Christian, l’Asolo Golf Club (asologolf.it) con 27 buche, tennis e foresteria si allunga tra i dolci colli asolani e il Brenta. Un concentrato di bellezze palladiane e di bontà, come il re degli asparagi, il bianco di Bassano del Grappa, da gustare ancora in giugno nei ristoranti selezionati dall’omonimo consorzio di tutela (asparagobiancobassano.com).

Argentario Golf, Toscana

Tra la Laguna di Orbetello, il mare e i pendii di Monte Argentario, si disputeranno gli Open d’Italia 2025. L’Argentario Golf & Wellness Resort (argentarioresort.it) fa parte del gruppo Marriott International ed offre ville e camere dal moderno design. Il percorso par 71 si srotola tra querce secolari, ulivi e flora autoctona ed è stato il primo campo da golf con certificato bio.

Barceló Montecastillo, Andalusia

Nel sud della Spagna, sono state assunte 50 pecore per mantenere in modo naturale i prati del 18 buche progettato dal campione Jack Nicklaus. Il campo da golf si srotola tra i vigneti di Jerez de la Frontera ai piedi del castello e fa parte del Barcelò Montecastillo (barcelo.com), 5 stelle dotato di spa, campi da rugby e calcio.

Buenavista Golf, Tenerife

Buenavista di nome e di fatto. Il 18 buche, progettato dal campione Severiano Ballestreros nel nord-ovest dell’isola di Tenerife, è unico per il grandioso panorama sulle montagne e sull’oceano. Il campo è annesso al resort coloniale Hacienda del Conde Meliá Collection (melia.com), un 5 stelle adults only.

Castelfalfi, Toscana

In una tenuta di 1100 ettari adagiata tra Firenze e San Gimignano, il borgo medievale restaurato con cura domina il 27 buche più grande della Toscana, uno dei campi più impegnativi d’Italia. Castelfalfi (castelfalfi.com) è un lussuoso resort diffuso con raffinate camere e suite recentemente rinnovate, dotato di spa e campo da tennis in terra rossa tra vigne e uliveti.

Cipriani, Venezia

Roger Federer e John McEnroe hanno una passione per questo campo da tennis con vista sul Piazza San Marco. Il campo in terra rossa, l’unico in tutta Venezia, fa parte dell’Hotel Cipriani (belmond.com), raffinato indirizzo nell’isola della Giudecca.

Cromlix House, Scozia

Andy Murray, l’ex campione olimpico e degli US Open, ha acquistato Cromlix House (cromlix.com), maniero vittoriano nella campagna scozzese, vicino a Dunblane, sua città natale, e l’ha trasformato in hotel. Per il Times, è tra i “best” hotel britannici dove giocare a tennis. Qui i campi sono nei colori preferiti da Murray: verde e viola.

Emerald Faarufushi, Maldive

Uno dei campi da tennis più spettacolari del mondo è alle Maldive, nel cuore dell’Atollo di Raa, a 40 minuti di idrovolante da Malé. Il campo occupa un isolotto, collegato da un pontile all’isola centrale del lussuoso Emerald Faarufushi Resort & Spa (emerald-faarufushi.com ). Tra dritto e rovescio, è facile distrarsi ad osservare la barriera corallina ricca di fauna marina.

Golf Club del Cervino, Valle d’Aosta

Il 18 buche più alto d’Italia si trova ai piedi del Cervino, uno dei 4 giganti alpini. La stagione del Golf Club del Cervino (golfcervino.it) va da giugno a settembre. Il percorso Par 69 si snoda dal centro di Breuil-Cervinia in un panorama unico. Per soggiornare con la famiglia, il Valtur Cristallo (valturcristallo.it) offre ogni tipo di attività e spa.

Verdura Golf, Sicilia

Sulla costa siciliana di Sciacca, il Verdura Resort (roccofortehotels.com) è il fiore all’occhiello del gruppo Rocco Forte Hotels. Membro dell’esclusiva rete European Tour Destinations, il resort 5 stelle è immerso in uno scenario naturale intatto direttamente sul mare. I due percorsi da campionato sono stati disegnati da Kyle Phillips. La tennis Academy ospita diverse Masterclass con campioni internazionali come Joachim Johansson, ex numero 9.

ZEL Mallorca, Baleari

La scorsa estate ha debuttato sull’isola di Maiorca il primo hotel firmato dalla star del tennis Rafael Nadal in partnership con il gruppo iberico Meliá Hotels International – ne seguiranno altri 20 nei prossimi 5 anni. Si chiama Zel Mallorca (melia.com) e sorge sulla spiaggia di Palmanova. Il concept di ospitalità si ispira allo stile di vita attivo e salutare del campione, con tutti gli ingredienti dettati da Nadal stesso per unire l’allenamento fisico con momenti di relax e divertimento.

MODA

Li definiscono tennis-core e golf-core. In comune hanno un’estetica che si ispira alla tradizione e all’eleganza di questi sport e trasmettono un senso di raffinatezza e prestigio. I capi chiave di questo stile includono polo bianche o a righe, pantaloni color crema, cardigan leggeri, tutti realizzati con tessuti di alta qualità come il cotone piqué o il lino. Non a caso a vestire i giocatori della Ryder Cup sono stati due brand quintessenza del quiet luxury, ancora prima che diventasse una tendenza: Loro Piana (loropiana.com) per l’Europa e Ralph Lauren (ralphlauren.it) per la squadra americana. Indiscusso maestro di stile ed eleganza, in campo e fuori, è Roger Federer, ambassador del brand giapponese Uniqlo (uniqlo.com) con le polo in morbido tessuto AIRism simile al cotone con tecnologia Cool Touch e dry ad asciugatura rapida, caratterizzate da una lavorazione in micro piqué in vendita nei 2400 negozi sparsi per il mondo.

Circa un secolo fa, René Lacoste venne soprannominato “Coccodrillo” da un giornalista per la sua tenacia in campo. Lacoste (lacoste.com) con il suo logo inconfondibile, è la divisa di Novak Djokovic e Daniil Medvedev e propone una classica, ma coloratissima linea per tutti.

Il colore è stato uno dei taboo sia sulla terra rossa sia sul green. A metter da parte il bianco e a sdoganare molti altri pregiudizi e luoghi comuni del golf ci ha pensato Tiger Wood, il fuoriclasse che su consiglio della mamma gareggiava in rosso. Proprio il rosso è il colore della sua collezione Sun Day Red (sundayred.com) in partnership con TaylorMade. Colori insoliti anche per Jannik Sinner che sfoggiava all’Australian Open una polo Nike (nike.com) con una palette rosa e viola.

Gli accessori giocano un ruolo importante nel completare il look, specie se dal sapore vintage, come la GV Special di Puma (puma.com). Battezzata in onore del tennista argentino Guillermo Vilas, la sneaker è stata ripubblicata migliorata per un comfort superiore. Un altro mito del tennis ispira la linea di occhiali Oro106 di Adidas (adidas.com) con superfici sagomate che riproducono l’impronta della famosa scarpa Stan Smith. Oversize e neri, sono gli occhiali da sole frutto della collaborazione tra Bulgari e Thelios del gruppo Lvmh. Decisamente sportivo, leggero e resistente, il modello di Nau (nau.com), avvolgente e in diversi colori.

50: FATTORE VINCENTE

Ore e ore in campo sotto il sole mettono a dura prova la carnagione di chiunque. Figuriamoci di un rosso dal fototipo molto chiaro come Sinner. La Roche Posay, l’azienda farmaceutica del Gruppo L’Oreal, non si è fatta sfuggire l’occasione e ha scelto il tennista come Global Brand Advocate della linea Anthelios, la sua gamma di prodotti di protezione solare.

Filorga, altro brand dal Dna farmaceutico, ha sviluppato la UV-Bronze Face SPF 50+, con solforavano per un’azione levigante e vitamina PP per una pelle più omogenea. In vendita in farmacia è la Crema Solare Viso Anti-Macchia SPF50+ dell’italiana Rougj che svolge anche un’azione antimacchia. In tutti i negozi Sephora si trova Ultra Violette Supreme Screen SPF50+ – Idratante Viso Skinscreen adatto a pelli normali e secche. Novità dell’anno della maison Dior è la Crema Protettiva SPF 50 per il corpo, un complesso di tre principi attivi che proteggono e favoriscono l’abbronzatura.

PROFUMO DI VITTORIA

La fragranza maschile ufficiale della Ryder Cup 2023 è Roma Green Swing. A crearla, ovviamente, è stata la maison Laura Biagiotti, proprietaria del Marco Simone Golf & Country Club dove si è tenuta la disfida. Il profumo, dal cuore verde e agrumato con note legnose e muschiate, è adatto a tutti gli sportivi.

CHEERS!

Si dice che i campi da golf abbiano 18 buche perché i primi giocatori bevendo un bicchierino a buca svuotavano l’immancabile fiaschetta di whiskey. La borraccia da mettere in sacca è la limited edition della storica distilleria di whiskey Jameson (jamesonwhiskey.com), disegnata dall’artista Frah Quintale. Si può anche riempire di una bevanda più salutare come Sant’Anna Pro, l’acqua minerale arricchita con zinco e proteine per il mantenimento della massa muscolare. O con un integratore come Energy Fast Gel Matt (matt.it) a base di carboidrati a rapido assorbimento e vitamine B6, B12 e C che contribuiscono al metabolismo energetico e alla riduzione dell’affaticamento.