giovani donne

Amazon e Amazon Web Services puntano sulla formazione Stem delle giovani donne italiane con il lancio di due progetti per favorire lo sviluppo delle competenze digitali in Italia.

Giovani donne, Amazon e Aws lanciano due progetti

Al via la sesta edizione di “Amazon Women in Innovation”, la borsa di studio dedicata alle studentesse Stem di sette Università italiane. Il progetto di borse di studio finanziato da Amazon dedicato alle studentesse universitarie con un percorso di studi in ambito Stem, che quest’anno coinvolge sette Università italiane. Alle riconferme dell’Università degli Studi di Cagliari, del Politecnico di Milano, dell’Università Federico II di Napoli ,dell’Università degli Studi di Palermo, dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e del Politecnico di Torino, quest’anno si aggiunge per la prima volta l’Università degli Studi di Catania.

Supportare le competenze digitali in Italia

Ciascuna borsa di studio, rivolta a sette studentesse provenienti dai sette atenei coinvolti, ha una durata di 3 anni e consiste in un finanziamento di 6.000 euro all’anno e la possibilità per le vincitrici di disporre di una mentor Amazon, una manager dell’azienda in grado di aiutare le studentesse che beneficeranno del premio a sviluppare competenze utili per il lavoro futuro, dalle tecniche per creare un curriculum efficace, ai consigli per affrontare un colloquio di lavoro. Dal suo lancio, nel 2018, il progetto ha premiato diciannove giovani meritevoli attraverso l’erogazione di altrettante borse di studio, ciascuna del valore di 6.000 euro all’anno per tre anni.

AWS re/Start in partnership con Develhope

Amazon Web Services presenta il programma di formazione AWS re/Start in collaborazione con Develhope, con l’obiettivo di incentivare lo sviluppo delle competenze Stem tra le giovani donne del nostro Paese. un programma gratuito e full-time, che mira allo sviluppo delle competenze necessarie per avviare una carriera lavorativa nell’ambito del cloud computing.  Questa edizione sarà dedicata a formare almeno 25 studentesse, di cui almeno metà dovranno rispettare i seguenti requisiti: età inferiore ai 25 anni; residenti in Campania, che non studiano e non lavorano.

Donne leader digitali entro il 2030

In un più ampio scenario che vede l’Europa al centro di un ambizioso obiettivo fissato dal programma politico della Commissione europea, ossia renderla un leader digitale entro il 2030 prevedendo che il 75% delle imprese utilizzi cloud computing, big data e intelligenza artificiale (IA), le iniziative di Amazon e Aws rispondono all’esigenza di accelerare lo sviluppo delle competenze digitali nel nostro Paese in cui trovare personale con buone competenze digitali rimane ancora una sfida.

Sostenere la formazione delle giovani donne

Secondo uno studio basato su una relazione del 2022 redatta da Public First e commissionata da Aws, infatti, benché l’83% delle imprese italiane considera le tecnologie digitali di cruciale importanza al fine di raggiungere gli obiettivi di crescita a cinque anni, solo il 20% di esse riesce facilmente ad assumere profili con le competenze digitali necessarie e il 54% dichiara che le competenze digitali più carenti nella propria organizzazione sono quelle di base (come il backup dei dati, la ricerca di argomenti online e l’utilizzo di documenti e fogli di calcolo).

Schifone: “Valorizzare le materie scientifiche”

«Sono molto orgogliosa della grande risonanza, non solo mediatica, ottenuta dalla prima edizione della settimana nazionale delle discipline Stem», ha dichiarato l’onorevole Marta Schifone. «Forse, per la prima volta, nella nostra Nazione si è posto al centro il tema della valorizzazione delle materie tecnico scientifiche facendo sistema, mettendo, cioè, in rete, tutti gli attori della filiera: scuole, università,  ordini professionali, luoghi di cultura,  docenti e aziende, anche globali».

Costa: “Formazione agibile a tutti”

«Investire in una formazione accessibile a tutti significa investire nel futuro delle nostre comunità», ha aggiunto Massimiliano Costa, ceo di Develhope, scuola di coding la cui mission è combattere il divario occupazionale italiano giovanile, soprattutto al Sud. «Siamo orgogliosi di collaborare con Aws e Amazon su questo progetto, due partner con cui condividiamo questi importanti obiettivi di impatto».