Quantcast

Grazie al cloud l’Alto Adige diventa una regione smart

Alperia ha scelto le soluzioni VMware per la razionalizzazione della propria infrastruttura IT e per sostenere attivamente la strategia basata su diversificazione e acquisizioni

Alessandro Faldoni
Grazie al cloud l’Alto Adige diventa una regione smart

C'è un’azienda che lavora ogni giorno per contribuire allo sviluppo di un territorio più sostenibile e più smart, in cui l’energia pulita sia accessibile a tutti. Quell’azienda è Alperia, il maggiore fornitore di servizi energetici dell’Alto Adige, che produce energia da fonti rinnovabili, gestisce la rete elettrica, si occupa di sistemi di teleriscaldamento, della vendita di energia. Inoltre, progetta e realizza nuove centrali a fonte rinnovabile, sviluppa innovative soluzioni tecnologiche per il settore energetico e si impegna a portare i vantaggi della banda ultra larga ai cittadini. Lo fa gestendo 39 centrali idroelettriche, 7 impianti fotovoltaici e 1 parco, 800 punti di ricarica, 5 centrali di teleriscaldamento e 1 centrale a biomassa a Ottana, in Sardegna, con una rete elettrica di 8.951 chilometri. 

Alperia ha intrapreso una strategia di diversificazione e acquisizioni, non solo in ambito energia elettrica, ma con un focus anche sulla mobilità elettrica, con l’installazione delle colonnine di ricarica delle auto, e acquisendo aziende di efficientamento energetico e teleriscaldamento. 

Tra gli obiettivi della multiutility, recentemente premiata come miglior “Green Brand” mondiale al Charge Energy Branding Award 2020, c’è infatti lo sviluppo di innovative soluzioni tecnologiche per il settore energetico, per contribuire attivamente alla creazione di un modello di smart region all’avanguardia, intesa come realtà intelligente diffusa su un territorio, costituita da cluster di comuni uniti da una prospettiva di sviluppo e innovazione a lungo termine, in cui avvenga una pianificazione intelligente dei territori. Una vision che si realizza tramite una strategia di diversificazione aziendale e acquisizioni. 

Alperia è il maggiore fornitore di servizi energetici dell’Alto Adige e produce da fonti rinnovabili

È in questo contesto che Alperia ha iniziato una collaborazione con VMware, con cui l’azienda ha avviato l’anno scorso un ampio progetto di razionalizzazione. «La gestione dei volumi di dati è per noi sempre più cruciale» commenta Luca Ceriani, Chief Digital Officer del Gruppo Alperia. «Avevamo 7 data center, ai quali si sono poi aggiunti quelli delle società acquisite, visto che ogni azienda disponeva com’è comprensibile del proprio data center e si era posta quindi un’esigenza di razionalizzazione, di creazione di sinergie e di abbattimento dei costi. Inoltre, era forte la necessità della scalabilità, poiché oggi i volumi di dati da gestire non sono più prevedibili a priori, e occorre pensare a sistemi che garantiscano una scalabilità rapida».

Alperia ha così scelto VMware Cloud on Aws, per fornire una piattaforma cloud agile e sicura che può facilmente scalare la crescita del business e supportare le future acquisizioni, e la piattaforma di digital workspace Workspace One, che mette a disposizione dei nuovi collaboratori strumenti di lavoro sicuri, semplici e intuitivi, e offre una continuità operativa efficace, come se le risorse fossero sempre state all’interno dell’azienda.

«Alperia rappresenta un’eccellenza sul territorio e un esempio di azienda impegnata per un futuro sostenibile, un tema che a VMware è molto caro», ha commentato Raffaele Gigantino, Country Manager di VMware Italia. «Siamo da anni impegnati per creare un mondo più responsabile per le generazioni future e lo facciamo sviluppando infrastrutture digitali sostenibili, realizzate attraverso l’efficienza radicale e l’energia rinnovabile, a sostegno della transizione alle emissioni nette zero. Per questo la collaborazione con Alperia è per noi motivo di grande orgoglio, perché ci accomuna una vision per una tecnologia in grado di rappresentare una forza per il bene». 

«La scelta di avviare questa partnership tecnologica con VMware è stata dettata anche dalla condivisione dell’impegno a plasmare un futuro resiliente e rispettoso dell’ambiente», ha dichiarato Luca Ceriani, Chief Digital Officer del Gruppo Alperia. «Siamo certi che in un momento complesso come quello che stiamo vivendo, Alperia sarà in grado di operare con maggiore agilità ed efficienza, andando incontro alle esigenze dei collaboratori attuali e di quelli che verranno, facendo fede ai suoi obiettivi di sostenibilità, innovazione e valorizzazione del territorio regionale».

Le soluzioni

VMware Cloud on Aws realizza una piattaforma hybrid cloud abilitante alle future acquisizioni che garantisce sul cloud la stessa consistenza operativa dell’ambiente on premise, consentendo da un lato di usufruire delle stesse funzionalità da sempre presenti ed utilizzate in casa, dall’altro di sfruttare tutti i vantaggi insiti nella tecnologia sulla nuvola. Inoltre, la soluzione di cloud management VMware vCloud Suite abilita una gestione coerente in termini di operations, automazione, compliance e costi di tutti gli scenari infrastrutturali attuali e futuri, garantendo scalabilità e flessibilità in base alle evoluzioni aziendale stesse, fondamentali in questa fase di sviluppo di Alperia.

La scelta della piattaforma Vmware Cloud On Aws è stata dettata dall’impegno a plasmare un futuro resiliente

Workspace One permette di trasformare radicalmente l’infrastruttura Vdi tradizionale, offrendo ai collaboratori accesso semplice e intuitivo alle applicazioni aziendali e semplificando il processo di onboarding dei nuovi. Per garantire la sicurezza della rinnovata infrastruttura, Alperia ha scelto le soluzioni di sicurezza intrinseca come VMware Nsx Distributed Firewall assicurando una protezione granulare delle app tramite la microsegmentazione, fino al livello del singolo carico di lavoro, creando policy di sicurezza context-aware per ciascun carico di lavoro sfruttando Ids/Ips per contrastare la diffusione laterale delle minacce in ambienti multi-cloud.

Lo sguardo al futuro e il legame con il territorio 

Il 2020 ha rappresentato un momento epocale di cambiamento che sta portando il mondo ad accelerare su temi di sostenibilità, multicanalità e centralità del cliente, temi che saranno alla base della strategia di Alperia per i prossimi anni. Per questo l’azienda ha messo a punto One Vision, il nuovo piano strategico che traghetterà il Gruppo al 2024 coniugando obiettivi di sostenibilità con una crescita significativa di tutte le Business Unit.

«Il rapporto con il territorio e la sua cittadinanza ha per noi un valore prioritario. In qualità di azienda altoatesina assumiamo responsabilità per la nostra natura, per le persone, per la nostra terra e il suo futuro. Ed è una responsabilità che prendiamo seriamente. Creando un valore aggiunto per l’Alto Adige e donando al nostro territorio l’energia che ci regala. Sotto forma di energia pura, di posti di lavoro, di infrastrutture, di impegno sociale e di sostegno in tanti settori», ha concluso Ceriani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400