gas

Cambia lo stato del rifornimento del gas e del Gpl in centro Italia. Liquigas, società leader in Italia nella distribuzione di GPL e GNL – in sinergia con il gruppo SHV Energy, cui Liquigas stessa appartiene – ha siglato un accordo con Società Italiana Gas Liquidi SpA che prevede l’acquisizione del ramo d’azienda GPL combustione del gruppo Società Italiana Gas Liquidi.

Il ramo d’azienda, che al momento è gestito dal brand Vulcangas, fornisce circa 19.000 tonnellate di GPL all’anno rifornendo oltre 24.000 clienti residenziali e industriali che risiedono principalmente in Centro Italia, in particolare in Umbria, Emilia-Romagna, Lazio e Marche. L’operazione, che è stata sottoposta alle procedure preliminari di approvazione compresa la conciliazione sindacale necessaria e preventiva, avrà decorrenza 1° ottobre 2022.

Un nuovo tassello nella crescita della società leader nel gas

L’acquisizione supporta la strategia di crescita di Liquigas nel mercato italiano a due anni dall’acquisizione del 100% di Friulanagas, azienda leader nel mercato del GPL del Nord-Est dell’Italia. Queste operazioni consolidano le strategie di espansione di Liquigas e di SHV Energy, leader globale nella fornitura di soluzioni energetiche decentralizzate, a basse emissioni di Carbonio e pulite.

Un’alternativa green rispetto ad altri combustibili

Il GPL offre ai clienti un’alternativa più pulita rispetto a combustibili più inquinanti come il gasolio e l’olio combustibile, con conseguente riduzione delle emissioni di anidride carbonica e di particolato. Grazie alle sinergie previste dall’integrazione delle attività, Liquigas prevede di ridurre le emissioni di CO2 legate al trasporto ottimizzando la propria logistica.

Siamo estremamente soddisfatti dell’accordo raggiunto con Società Italiana Gas Liquidi, una realtà imprenditoriale di eccellenza con una lunga storia nel settore del GPL in Italia. Siamo lieti di avere l’opportunità di valorizzare questo patrimonio attraverso questa acquisizione – afferma Andrea Arzà, Amministratore Delegato di Liquigas – Questo accordo aiuterà Liquigas a creare il massimo valore per i nostri clienti e per le comunità in cui operiamo.”

LEGGI ANCHE: Liquigas, oltre 563 milioni di valore economico nel 2021

L’obiettivo rimane la transizione energetica 

In un momento così complesso sia per gli approvvigionamenti energetici, che per l’obiettivo comunitario che prevede una svolta green e il ricorso a energie alternative, la società italiana ha deciso di diversificare.

Giacomo Fabbri, Amministratore Delegato di Società Italiana Gas Liquidi commenta: L’operazione di cessione del ramo GPL combustione a Liquigas conferma il focus strategico del Gruppo su prodotti in linea con la transizione energetica in corso. Siamo sicuri che Liquigas saprà valorizzare la nostra storia.”

Una società da anni all’avanguardia nel settore del gas

Fondato nel 1978, il gruppo Società Italiana Gas Liquidi vanta una storia di grande valore nel settore del GPL in Italia iniziata con la commercializzazione del GPL dal deposito di Poggio Torriana (Rimini). Negli anni l’azienda ha sviluppato varie linee di business e ha esteso la propria attività ad altri settori, quali la distribuzione di prodotti per l’autotrazione, la produzione di energie da fonti rinnovabili e la commercializzazione di GNL e BIO che oramai rappresentano la parte preponderante del volume d’affari del gruppo.

La famiglia Fabbri esprime grande soddisfazione per come sono state condotte le trattative e per il reciproco spirito di collaborazione tra le parti. Siamo sicuri che la storia confermerà la validità degli accordi raggiunti”, ha aggiunto Fabbri.

Arzà aggiunge che “Il clima di grande fiducia e dialogo aperto che si è instaurato nell’ambito di una trattativa complessa e articolata, è stato un driver di grande rilevanza per il raggiungimento dell’accordo e pone le basi per un ulteriore sviluppo del business del GPL nel mercato italiano.”