La prima finestra temporale per presentare i progetti innovativi legati alla Sandbox
regolamentare si chiuderà il 15 gennaio 2022. Lo ha fatto sapere Bankitalia attraverso una nota. La sandbox regolamentare «è un ambiente controllato dove intermediari vigilati e operatori del settore FinTech possono testare, per un periodo di tempo limitato, prodotti e servizi tecnologicamente innovativi nel settore bancario, finanziario e assicurativo». Secondo quanto riferisce la nota, la sperimentazione avverrà in costante dialogo con le autorità di vigilanza (Banca d’Italia, Consob e Ivass), potendo eventualmente beneficiare di un regime semplificato transitorio. Nella prima finestra non sono state previste limitazioni in
termini di numero massimo e area tematica dei progetti ammissibili. L’obiettivo è quello «di sostenere la crescita e l’evoluzione del mercato italiano grazie all’introduzione di modelli innovativi nel settore bancario, finanziario e assicurativo garantendo, al contempo, adeguati livelli di tutela dei consumatori e di concorrenza, preservando la stabilità finanziaria».

«Allo stesso tempo – scrivono da Palazzo Koch – le autorità responsabili per la regolamentazione potranno osservare le dinamiche dello sviluppo tecnologico e individuare gli interventi normativi più opportuni ed efficaci per agevolare lo sviluppo del FinTech, contenendo già in avvio la diffusione di potenziali nuovi rischi. Tramite la partecipazione alla sandbox, gli operatori possono testare prodotti e servizi innovativi in costante dialogo e confronto con le autorità di vigilanza, anche richiedendo eventuali deroghe normative nella fase di sperimentazione».