Quantcast

Quando il fintech arriva all'ennesima potenza

Servizi Otc, distribuited ledger, fiduciaria digitale, custodia per fiat e criptovaluta: ecco come Simone Mazzuca, che a settembre porterà Wallex anche in Italia, promette di rivoluzionare i servizi bancari

Franco Oppedisano
Quando il fintech arriva all'ennesima potenza

Simone Mazzuca

Telefona da Dubai. È appena sceso da un’aereo. E si ha l’impressione che per lui volare da una parte all’altra del pianeta sia un'abitudine, come prendere un caffè al bar sotto casa. Anzi: che non possa farne a meno, visto che in giro per il mondo ci sono i suoi uffici e, soprattutto, i suoi clienti. Simone Mazzuca parla cinque lingue ed è un uomo di finanza. Ma di quella che gira solo in rete, quella delle soluzioni innovative, quella che ha come unico confine le infinite possibilità del fintech. «In una parola mi occupo della nuova economia digitale» spiega a Economy. Come se fosse immediato capirla. 

Ovvero?

Ha presente quando trent’anni fa c’erano in giro quelle macchinette sulle quali si mettevano le carte di credito, gli "zip-zap", o "stiratori", che passavano con la una carta carbone sulla carta di credito per prendere nota dei dati del possessore della carta?

Ormai sono pezzi da museo…

Noi siamo l’evoluzione di quella roba lì.

In che senso?

Dopo è arrivato il bancomat, una ventina di anni fa si sono viste le prime banche web e, poi, più di recente, le app digitali per pagamenti. Ecco: noi siamo il passo successivo. Una banca digitale.

Ovvero?

Siamo l’alternativa alle istituzioni finanziarie tradizionali 

Lei è fondatore e amministratore delegato di Wallex. Ci spiega cosa fate?

Wallex è un fornitore di soluzioni finanziarie di nuova generazione, che consente a privati e aziende di collegare le tradizionali operazioni di gestione finanziaria, sia digitale o non digitale, utilizzando la tecnologia del registro distribuito, creando funzioni operative innovative, funzionalità e abbinamenti efficienti tra fornitori e utenti di capitale. In poche parole, il nostro gruppo fornisce servizi di protezione degli asset tra cui un servizio di custodia, soluzioni bancarie senza confini, servizi Otc, una piattaforma di scambio, gestione della proprietà e operazioni di crowdfunding. Inoltre, Wallex opera come un ombrello per le licenze internazionali, fornendo ad aziende e privati software e piattaforme operative conformi alle normative globali e alle capacità finanziarie. 

Faccio finta di aver capito e le chiedo, en passant, cos’è il registro distribuito.

Una tecnologia nella quale le modifiche vengono regolate tramite algoritmi di consenso che permettono di approvare le varie versioni del registro, nonostante vengano aggiornate in maniera indipendente dai partecipanti della rete. Per mantenere la sicurezza il registro distribuito fa un ampio utilizzo della crittografia.

È la blockchain?

La blockchain è una delle tecnologie di distributed ledger.

Quindi le operazioni sono sicure perché registrate sulla rete in più punti e ogni variazione movimenti sono crittografati. Partiamo, però, dalle cose più semplice: ha parlato di soluzioni bancarie senza confini…

La moneta fiat (le normali valute emesse dalla banche centrali) viene trasformata in token e…

Scusi, si fermi per favore e ci spieghi per favore…

Per viaggiare in rete ed essere scambiato in tutto il mondo il denaro deve assumere un formato digitale. Una criptovaluta come il bitcoin o una stablecoin…

La seconda è…?

Nient’altro che un moneta il cui valore è direttamente legato a quello di una valuta o di una commodity. Noi abbiamo creato l’Eurst, che vale un euro e viene prodotto a ogni versamento in moneta fiat nei nostri conti. E viene distrutto a ogni prelevamento.

È una cosa sicura?

Il denaro è detenuto da un’entità finanziaria terza, il custodian, garantito e assicurato (si dice “segregato”) dalla Fed, banca centrale degli Stati Uniti. Le pare poco?

Torniamo all’apertura del conto…

Prima di tutto il cliente è passato ai raggi X perché aderiamo alle rigide procedure di conformità per l’antiriciclaggio dell’Unione europea, e a quelle Kyc (Know-Your-Customer) e Know-Your-Business (Kyb) contro il denaro di provenienza illecita, il terrorismo e i reati informatici. Una volta passati i controlli e trasformato il denaro in Eurst che vengono messi in un wallet, si può fare ogni cosa e molto di più di un normale conto in Banca. 

Wallet?

Sì, un portafoglio che può essere digitale o anche fisico, una chiavetta speciale. Al posto di avere un Iban si compiono operazioni con un numero.

I vantaggi rispetto alle banche tradizionali?

I movimenti sono più rapidi, sette giorni su sette e 24 ore al giorno, le commissioni sono più basse perché si eliminano una lunga fila di intermediari, non c’è nessuna differenza tra operazioni locali o all’estero, mentre c’è una totale trasparenza .

Prima accennava a un servizio di custodia…

Possiamo gestire qualsiasi tipo di attività, digitale o non, e qualsiasi tipo di valuta, offrendo al cliente la possibilità di disporre di più conti di deposito per valuta (chiamati conti di custodia). E, certificando l'origine dei fondi, compresi gli asset digitali, possiamo creare un trust grazie al quale il cliente non perde la proprietà dei beni che desidera allocare, ma ne delega l'uso e i movimenti, attraverso specifiche indicazioni. Insomma facciamo da custodi per proteggere la sua privacy.

Una volta si andava in Svizzera o a San Marino…

Ora non ha più senso. Anche la fiduciaria è diventata digitale ed è online.

Ha parlato anche di servizi Otc. Ovvero?

Semplice, semplice: acquisto e vendita di bitcoin. Naturalmente possiamo fare da deposito  di criptovaluta nella nostra cassetta di sicurezza e possiamo accettare pagamenti crittografici per conto dei clienti.

Mi sembra che abbiate molta carne al fuoco, non mi dirà che avete già in mente qualcos’altro?

Ebbene sì: la gestione degli immobili. Ma ci stiamo ancora lavorando.

Mi scusi , ma in che modo pensate di farlo digitalmente? Non c’è nulla di più fisico di un immobile.

Tutto può essere trasformato in token e scambiato sul mercato.

Quanti clienti avete?

A oggi sono 250 mila in tutto il mondo. 

Tanti, considerato che siete nati solo poco più di un anno fa. 

In questo periodo abbiano 7/8 mila clienti nuovi ogni settimana. Consideri che il nostro mercato è il mondo e abbiamo sedi sia in Europa che negli Stati Uniti

Quante sono le aziende?

Circa il 45%.

E gli italiani?

In Italia, ufficialmente  sbarcheremo solo a settembre. Ma sono già in molti. Almeno un cliente su quattro, più o meno. Il fatto che io sia italiano aiuta.

E quanti sono i dipendenti di Wallex?

In tutto, per ora, sono 84. In parte si occupano della struttura Ict, altri della compliance con i clienti e dello sviluppo del business.

A proposito di business, quasi un cliente su due è un’azienda. Cosa fate per loro?

Quello che offriamo a tutti i clienti privati e molto di più.

Cioè?

Protezione completa delle risorse e risorse digitali, debit Mastercard inclusa, costi trasparenti al 100%, interessi privati dedicati ai depositi, Iban internazionali, account Iban multiplo, un portafoglio multi-valuta, liquidazione e gestione del rischio. Insomma, un merchant account completissimo con pagamenti e accettazione dei versamenti online nella maggior parte delle valute. Specialmente per le piccole e medie imprese, grazie al nostro sistema di carte di debito, possiamo anche collegare allo stesso conto di custodia molte carte diverse dove impostare i parametri di spesa. Possiamo  gestire il rapporto con le banche, sia per le aziende a basso rischio che per quelle ad alto rischio. E poi ci sono i servizi innovativi.

Quali?

Le faccio un solo esempio: se lo immagina organizzare i pagamenti dei dipendenti utilizzando solo un Qr-code?

Sinceramente no. 

Si possono fare molte cose utilizzando le risorse e la tecnologia digitale.

Mi tolga una curiosità: quando parla di queste innovazioni in quanti la capiscono davvero?

In verità, non sono molti a comprendere al volo. Ma le possono assicurare che tra qualche anno saremo tutti esperti. Allora i bancomat faranno la fine delle cabine telefoniche pubbliche e le nuove generazioni non sapranno anche cos’è un assegno. 

Faranno la fine dei belinogrammi.

E che diavolo sono i belinogrammi?

Era un modo per spedire velocemente le fotografie e sono stati usati da giornali e agenzie di stampa fino agli anni Novanta. Mi ha fatto fare il gol della bandiera. 

Cos'è il gol della bandiera? No, lo so. La stavo solo prendendo in giro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400