rate e prestiti

Nell’ambito dei finanziamenti destinati alle persone fisiche (quindi non a realtà aziendali) si distinguono due macrocategorie: i prestiti finalizzati e i prestiti personali.

Come facilmente intuibile dalla terminologia, i prestiti finalizzati hanno una finalità ben precisa, ovvero sono strettamente legati all’acquisto di uno specifico servizio o di un determinato bene; un esempio pratico e molto comune è il finanziamento per l’acquisto di un’auto proposto dalle concessionarie automobilistiche. Quando si stipula questo tipo di contratto, la concessionaria agisce come intermediario tra chi compra l’auto e la banca o la finanziaria; il denaro concesso in prestito non viene però ricevuto dal debitore, ma viene versato direttamente alla concessionaria. Chi ha contratto il debito lo restituirà alla banca o alla finanziaria pagando tramite rate generalmente mensili di solito addebitate sul conto corrente.

Diverso è invece il caso dei prestiti personali: questa fattispecie si caratterizza per il fatto che la banca o la finanziaria erogano una determinata somma di denaro al loro cliente che può disporne come più gli aggrada; non si è solitamente tenuti a indicare i motivi per i quali ha richiesto il prestito personale che potrebbero essere i più disparati: acquisto di un televisore 8K o di un elettrodomestico, volontà di disporre di maggiore liquidità in un momento particolare, spese impreviste, organizzazione di un matrimonio o spese per gli studi universitari dei figli.

La concessione di un prestito è subordinata sempre alla presenza di determinati requisiti che possono garantire la restituzione della somma nei tempi stabiliti; requisiti che possono variare in base ai diversi istituti di credito o finanziarie. I requisiti per poter ottenere il prestito sono differenti a seconda della tipologia del finanziamento, e ogni banca o società finanziaria ha i suoi criteri; tuttavia ne esistono tre essenziali che devono essere sempre rispettati: l’età del richiedente di minimo 18 e massimo 70 anni (anche se alcune banche e finanziarie dispongono di finanziamenti per gli over 70); la presenza di un reddito dimostrabile e infine la titolarità di un conto corrente bancario.

La cessione del quinto

Una forma particolare di prestito personale, e prevista dalla legge italiana, sono i cosiddetti Prestiti con la Cessione del Quinto. Questa tipologia di prestito personale si caratterizza per il fatto che soltanto i dipendenti e i pensionati possono richiederlo. L’importo che è possibile richiedere necessita di un particolare calcolo; senza entrare nei dettagli, esso può al massimo arrivare a un quinto della mensilità (quindi il 20% dell’importo netto della busta paga o del cedolino della pensione).

A chi può essere richiesto un finanziamento?

I prestiti personali possono essere richiesti a banche o a società finanziarie. Oggi è possibile effettuare la richiesta online o anche tramite telefono (le modalità più comode e rapide), in alternativa è necessario recarsi di persona presso una filiale della banca o della società finanziaria. In caso di «prestito finalizzato», ovvero sia la formula di finanziamento legata direttamente all’acquisto di un bene o servizio, la richiesta di finanziamento viene effettuata direttamente presso il punto vendita che gestisce la pratica di finanziamento in qualità di intermediario del credito convenzionato con la finanziaria.

I simulatori online

In tema di finanziamenti è necessario sottolineare l’importanza dei simulatori online; si tratta di comodi strumenti a uso gratuito grazie ai quali è possibile conoscere, inserendo alcuni dati (in primis importo che si vuole richiedere e numero di rate di rimborso), l’importo della rata mensile e altri dati relativi al finanziamento fra cui TAN e TAEG; quest’ultimo, il Tasso Annuo Effettivo Globale, è molto significativo perché indica percentualmente quello che è il costo effettivo dell’intero finanziamento.

Cosa influisce sul costo di un finanziamento?

Il costo di prestito finalizzato o di un prestito personale è principalmente influenzato dall’importo degli interessi, la voce di costo maggiore; più elevato è il tasso di interesse, più alta sarà la rata; ovviamente incide sul costo anche la durata del finanziamento. Inoltre, sono generalmente presenti altri tipi di spese accessorie (di norma più basse quando si opta per i finanziamenti online).