Esg

Sono in arrivo nuovi percorsi formativi e di certificazione sulle competenze Esg sono in arrivo grazie a un accordo tra Federmanager ed Eni, attraverso Open-es. L’accordo farà partire un protocollo di intesa a livello nazionale, che avrà un focus particolare sulla piccola e media impresa con attenzione alla sostenibilità. La piattaforma Open-es è riuscita a coinvolgere più di 15 mila imprese della community, i cui manager potranno avere accesso a una formazione mirata, realizzata da Federmanager con il supporto di ESGR Società Benefit, di Deloitte Climate & Sustainability Società Benefit e di Federmanager Academy e potranno conseguire la certificazione delle competenze acquisite attraverso il programma BeManager messo a punto da Federmanager, con la certificazione di RINA.

«Il protocollo sottoscritto con Eni è la conferma del nostro impegno nel mettere a disposizione il comune patrimonio di competenze ed esperienze per favorire l’innovazione, la crescita e il rilancio valoriale ed economico del Paese, concorrendo a rafforzare le competenze ESG dei manager d’azienda – dichiara il presidente di Federmanager, Stefano Cuzzilla. – La sfida della sostenibilità è ampia e merita uno sforzo collettivo. Per questo, siamo lieti di poter collaborare con l’alleanza Open-es per diffondere il valore della formazione e della certificazione delle competenze acquisite dai manager che aderiranno al percorso. Forti dell’expertise formativa del nostro network, ci facciamo promotori di un’accelerazione verso la sostenibilità i cui principali vettori sono manager e imprese».

Le competenze Esg crescono grazie alla collaborazione

Con questa iniziativa Open-es e Federmanager  mirano a unire le principali risorse del settore industriale, finanziario ed istituzionale, per guidare le imprese e i relativi manager in percorsi coordinati ed efficaci a sostegno della sostenibilità e competitività dell’intero sistema imprenditoriale. «Nel percorso di transizione sostenibile le competenze tecniche e le qualità personali rappresentano dei fattori chiave per i manager che devono sempre più guidare le imprese in importanti decisioni ed evoluzioni dei modelli di business.” aggiunge Costantino Chessa, Head of Procurement di Eni. “Con Open-es abbiamo voluto dare vita ad un ecosistema virtuoso che coinvolge dalle piccole e medie imprese alle grandi realtà industriali e finanziarie per favorire una consapevolezza diffusa sullo sviluppo sostenibile quale elemento di competitività lungo le catene del valore, creando sinergie e opportunità per l’intero sistema imprenditoriale. In questo contesto l’ingresso di Federmanager in questa alleanza rappresenta un ulteriore passaggio fondamentale per supportare le imprese e i relativi manager nel raggiungimento di questi obiettivi comuni a tutte le filiere».

LEGGI ANCHE: Pmi, crescono la consapevolezza e gli investimenti in chiave ESG