Federal Reserve
JEROME POWELL FEDERAL RESERVE FED

Alla fine le aspettative della vigilia sono state rispettate: la Federal Reserve System ha alzato il tasso federale di 75 punti base negli Usa. L’ha portato così a un range tra il 2,25 e il 2,50, riuscendo ad anticipare i nuovi aumenti. L’obiettivo alla base della decisione del Fomc, il comitato di politica monetaria della banca centrale Usa, è quello di ridurre l’inflazione, la cui situazione “rimane elevata, riflettendo squilibri fra offerta e domanda”. Pesano in queste decisioni anche le tensioni legate all’attacco della Russia all’Ucraina. “La guerra e gli eventi correlati stanno creando un’ulteriore pressione al rialzo sull’inflazione e stanno pesando sull’attività economica globale” si legge nella dichiarazione del Fomc che conferma l’intenzione di “continuare a ridurre le sue partecipazioni in titoli del Tesoro e titoli di debito di agenzie e titoli garantiti da ipoteche di agenzie”. “Il Comitato è fermamente impegnato a riportare l’inflazione al suo obiettivo del 2%” conclude la Fed.

A settembre la Federal Reserve ipotizza un altro rialzo

Per il presidente della Federal Reserve Jerome Powell: “l’inflazione resta troppo elevata e a settembre sarà presa la decisione sul nuovo rialzo dei tassi guardando quanto è stata persistente: sono otto settimane per allora avremo visto una notevole quantità di dati sull’attività economica e sugli sviluppi geopolitici”. Quello di oggi è stato il quarto rialzo nel corso del 2022, il secondo consecutivo da 75 punti base. La Federal Reserve valuta “appropriato” proseguire nel percorso di crescita dei tassi e sottolinea al contempo di essere “fermamente impegnata a riportare l’inflazione al suo obiettivo del 2%”.

Anche la Bce ha alzato i tassi

Sei giorni fa una decisione simile è stata adottata anche dalla Bce che ha deciso di alzare i tassi di 0,50. La stessa Banca Centrale Europea si è posta l’obiettivo di tenere sotto controllo l’inflazione, ma contestualmente ha anche varato lo scudo anti spread, per evitare la frammentazione dei mercati.