“Inizia la terza fase della vita di Fastweb: dopo la prima fase di start up che ha portato uno slancio nell’innovazione, la fase 2, dell”adolescenza’, dove abbiamo messo in pratica la nostra visione diventando over the top infrastrutturato, ora è la fase della maturità dove noi puntiamo ad avere un orizzonte più ampio. Cerchiamo di abbracciare con i nostri servizi una audience più estesa”. Lo afferma l’Ad di Fastweb Alberto Calcagno in conferenza stampa illustrando la nuova strategia dell’operatore che intende “riportare il futuro al centro delle vite dei cittadini, certo partendo da clienti di Fastweb ma allargandosi alla società”.

“Tu sei futuro”

“Dobbiamo essere di nuovo pervasi da un grande ottimismo e lo condensiamo in una sorta di claim ‘tu sei futuro'” prosegue l’Ad indicando un orizzonte connesso e sostenibile con la società cje diventerà Carbon Neutral entro il 2025, azzerando tutte le emissioni nette e compensando integralmente quelle non eliminabili, con 25 anni di anticipo rispetto agli obiettivi dell’Unione Europea.

In tema di connessioni, al 2025 l’obiettivo è “raggiungere 12 milioni di clienti tra famiglie e imprese con il Fwa (Fixed wireless access)”. Ai 12 milioni in Fwa, si sommano i circa 14,5 milioni che saranno connessi con la ‘fibra fino a casa’ (Ftth. Fiber to the home). Fastweb accelera anche il roll out della rete mobile 5G, che ad oggi copre più di 1.000 comuni pari al 45% della popolazione nazionale, con l’obiettivo di arrivare al 90% della popolazione entro il 2025. L’operatore ha già raggiunto i target prefissati un anno fa: a fine 2021 sono circa 400 le città medio-piccole situate nelle aree grigie del Paese raggiunte dalla rete Ultra Fwa, con velocità fino a 1 Gb/s, senza limiti di traffico e numero di dispositivi connessi. Ci saranno anche nuove iniziative mirate a diffondere competenze digitali con la ‘Digital academy’ visto che “il 60 italiani non ha competenze digitali di base e quasi l’80% non ha competenze digitali avanzate”, ha spiegato Calcagno.