Economy magazine

Ultimo giorno di voto online per i circa 220mila agenti di commercio e consulenti finanziari iscritti a Enasarco. Le procedure di voto, avviate alle 9:00 di giovedì 24 settembre, termineranno alle 18:00 di oggi, mercoledì 7 ottobre; finora hanno votato quasi 28mila iscritti e ben oltre 2mila case mandanti; sono stati quindi ampiamente superati i dati relativi alle ultime elezioni, datate 2016: “Questa è una splendida notizia, perché dove c’è partecipazione ampia c’è democrazia – dicono in una nota congiunta i rappresentanti di “Fare Presto!“, la lista unitaria candidata alla guida dell’Ente e sostenuta da Anasf, Federagenti, Fiarc e Confesercenti – e perché maggiore è l’affluenza, maggiore è la legittimazione a governare un Ente che, come evidente a tutti, ha bisogno di un ricambio nella governance e di un autentico e vero rilancio”. Quello che “Fare Presto!” promette agli iscritti in caso di affermazione elettorale: “”Fare Presto!” nasce per dare agli iscritti una gestione di Enasarco professionalmente qualificata e libera da interferenze di natura politica o personalistica, al fine di assicurare pensioni certe e solide, con la garanzia di aumentare i rendimenti e gestire Enasarco come fosse una casa di vetro, cosa che negli ultimi anni, come purtroppo ci confermano le cronache giornalistiche di queste ore, non è avvenuto. Noi siamo per dare discontinuità a un passato fatto di burocrati, avventurieri e poltronisti – continua la nota congiunta – per questo eleggeremo un presidente agente o consulente, iscritto all’Ente da ameno 10 anni”. Tra le cose che “Fare Presto!” metterà subito in campo c’è “la necessità di sciogliere i grandi nodi esistenti nell’Ente e non di trascurarli, sperando che si risolvano magicamente da soli, come hanno fatto le ultime gestioni Enasarco. Ci riferiamo per esempio al fronte pensionistico, che per noi è centrale: lavoreremo sulla contemporaneità effettiva delle pensioni Enasarco-Inps, sulle pensioni anticipate e sull’introduzione della quota 100: andare in pensione non deve più essere un miraggio per i nostri colleghi”. Investimento sui giovani e recupero del sommerso sono alcune delle altre azioni che “Fare Presto! E Fare Bene” promette di mettere subito in campo, per mantenere fede al nome che si è scelta per affrontare questa tornata elettorale: “Faremo presto, faremo bene e, non in ultimo, faremo trasparenza. Perché l’Ente deve essere la vera casa degli iscritti”.