emissioni Co2

Un assistente virtuale che misura le emissioni di CO2 e consiglia quali comportamenti adottare per farle abbassare alla piccole e medie imprese. Si tratta della piattaforma digitale con tecnologi Ai, che è stata creata dalla start up climate seed nel 2018 e acquisita nel 2021 dal fondo a impatto gestito da AXA Investment Managers. La società mette a disposizione di grandi aziende, PMI e SGR una piattaforma digitale e tecnologia AI proprietaria per semplificare la misurazione e la riduzione delle emissioni, anche per convincere sempre più aziende italiane a monitorare le emissioni, visto che nel biennio 2021-2022 solo il 10% delle imprese le ha monitorate.

Emissioni CO2, l’intervento dell’Europa

Secondo la direttiva europea CSRD circa 50mila imprese in Europa saranno obbligate a redigere il  bilancio di sostenibilità  e a calcolare la propria impronta di carbonio. Si tratta prevalentemente di aziende di grandi dimensioni (più di 250 dipendenti). In questo contesto, arriva in Italia con l’apertura di una sede a Milano, ClimateSeed. L’Italia è un mercato importante perché si tratta di uno dei paesi che sta attraversando una maggiore difficoltà nel controllare le emissioni. Senza ulteriori interventi legislativi il nostro Paese rischia di arrivare al 2050 con un eccesso di emissioni del +76%. Un dato molto più alto rispetto a Paesi come Finlandia (-2%), Danimarca (+3%), Germania (+9%) e Svezia (+13%).

ClimateSeed mette a disposizione delle aziende una piattaforma digitale con una tecnologia AI proprietaria per ridurre la complessità della misurazione delle emissioni, rendendola accessibile anche alle PMI meno strutturate e gestibile per grandi aziende e SGR. Questa piattaforma semplifica la raccolta e l’analisi dei dati, facilitando la collaborazione con gli stakeholders per ottimizzare la misurazione e la riduzione delle emissioni. «L’Italia è già uno dei paesi europei più impattati dal cambiamento climatico. La riduzione delle emissioni di CO2 in Italia è una sfida fondamentale per il futuro, con il nostro Paese che rischia di sforare notevolmente rispetto al percorso verso la neutralità carbonica entro il 2050. – ha commentato Edoardo Bertin, AD di ClimateSeed in Italia. Questa sfida è anche una grande opportunità per le aziende e da qui nasce la scelta di approdare anche sul mercato italiano. Grazie alla nostra piattaforma digitale e all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, vogliamo supportare non solo le grandi aziende soggette agli obblighi normativi, ma anche le PMI che costituiscono il cuore pulsante dell’economia italiana. Insieme, possiamo accelerare la transizione ecologica, semplificando la misurazione delle emissioni e facilitando l’implementazione di strategie e progetti di decarbonizzazione. In questo modo, trasformeremo le sfide in opportunità di innovazione e crescita sostenibile per tutto il Paese».