SpaceX venderà azioni proprie in un’offerta pubblica di acquisto, a un prezzo che potrebbe rendere l’impresa spaziale e satellitare di Elon Musk la seconda società privata più valutata al mondo.

Un’offerta pubblica di acquisto è quando un investitore propone di acquistare azioni direttamente dagli azionisti, di solito a un prezzo maggiorato per convincerli a cedere le loro quote. Questo non solo rappresenta un voto pubblico di fiducia, ma il prezzo prospettico dà al resto del mondo un’idea di quanto possa valere un’azienda. Questa volta, le azioni di SpaceX potrebbero essere vendute a 112 dollari l’una, suggerendo una valutazione di circa 210 miliardi di dollari. Si tratta di una cifra di gran lunga superiore a quella di 180 miliardi di dollari diffusa a dicembre. Di fatto, è sufficiente per far salire l’azienda di Musk sul podio d’argento. Anche SpaceX non è lontana dal campione in carica: La società madre di TikTok, ByteDance, vale 268 miliardi di dollari, quindi forse Musk deve solo scambiare i tweet con i passi a due.

In questi giorni, gli investitori più facoltosi sembrano essere attratti dalle aziende tecnologiche dirompenti. Il Vision Fund 2 di SoftBank, per esempio, sta valutando la possibilità di versare una tonnellata di denaro a Perplexity. Il fondo d’investimento incentrato sulla tecnologia ritiene che la startup statunitense di intelligenza artificiale possa rubare tempo sullo schermo anche a giganti affermati come Google. L’investimento fa parte di un più ampio round di finanziamento da 250 milioni di dollari, che triplica la valutazione di Perplexity a 3 miliardi di dollari. Si tratta di una delle valutazioni più alte del settore, non male per una startup di due anni.

È bene ricordare che gran parte dell’hype tecnologico è nascosto in ambienti privati in questo momento. Alla dura luce di Wall Street, Goldman Sachs ha rivelato che gli hedge fund stanno “aggressivamente” scaricando le loro azioni tecnologiche, soprattutto quelle relative ai semiconduttori. Anche i titoli del software e di Internet sono stati messi da parte. Quindi, o le aziende private stanno rubando la scena, o il trend dell’IA sta perdendo colpi.