Abi
CESARE MIRABELLI CONSIGLIERE GENERALE DELLA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA' DEL VATICANO

Il Comitato Esecutivo dell’Associazione Bancaria Italiana (Abi) ha nominato il Presidente emerito della Corte Costituzionale, professor Cesare Mirabelli, Presidente del Comitato tecnico-legale della stessa ABI. Mirabelli attualmente è Presidente del Consiglio di Amministrazione di “Blu Banca” – Gruppo Banca Popolare del Lazio. Nella stessa riunione è stato anche nominato Vice Presidente della FEduF, la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, il dottor Mario Alberto Pedranzini attuale Consigliere Delegato della Banca Popolare di Sondrio.
«Queste nomine dell’ABI – ha commentato il Segretario Generale dell’Associazione Nazionale fra le Banche Popolari, Giuseppe De Lucia Lumeno – rappresentano motivo di onore e di orgoglio perché sono un importante riconoscimento delle qualità e delle professionalità che la categoria del Credito popolare, ancora una volta, mette a disposizione del sistema bancario italiano e delle sue istituzioni».

LEGGI ANCHE: Abi e sindacati al governo: il piano vaccini tenga conto dei lavoratori bancari

Chi è Cesare Mirabelli 

Cesare Mirabelli è un giurista che è stato dal 23 febbraio al 21 novembre 2000 presidente della Corte Costituzionale  e dal 1986 al 1990 presidente del Consiglio Superiore della Magistratura. Dal 2006 è membro del Consiglio Superiore della Banca d’Italia. Ricopre la carica di consigliere generale della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano

Chi è Alberto Pedranzini

Alberto Pedranzini ha iniziato la carriera nel settore bancario nel 1977 in Banca Popolare di Sondrio, assumendo nel 1997 la carica di Direttore Generale e nel 2012 quella di Consigliere Delegato. Tra i vari incarichi ricoperti, si ricorda che dal 2017 è componente del Consiglio Direttivo della FeBAF – Federazione delle Banche, delle Assicurazioni e della Finanza, e dal 2014 è anche Consigliere e Vicepresidente dell’Associazione Nazionale fra le Banche Popolari.

LEGGI ANCHE: L’Abi lancia online “Parole di sostenibilità”