Quantcast

Econews/Il meglio dai giornali di oggi

La rassegna stampa di mercoledì 24 novembre con i principali articoli, approfondimenti ed editoriali, a cura di Economy

24 Novembre 2021

Redazione Web
Econews/Il meglio dai giornali di oggi

Le prime pagine dei principali quotidiani di oggi titolano in gran parte sulle restrizioni per i no-vax (che dalla prossima settimana non potranno più accedere a stadi, treni e hotel, palestre e piscine) contenute nel decreto sul super-GreenPass che oggi avrà il via libera dal consiglio dei ministri. 
Nelle pagine economiche tiene ancora banco in primo piano il “caso Tim” con la contromossa di Vivendi e l’affondo su Gubitosi e sul fronte interno le mosse del ministro dell’economia Daniele Franco sul taglio alle tasse (meno aliquote e meno scaglioni Irpef e più detrazioni). 


Per la Repubblica “Tim è alla resa dei conti. Vivendi pronta all’affondo su Gubitosi”. E Carlo Bonini commenta: “È la rete dei dati che Palazzo Chigi vuol proteggere”. 
Interessante il commento collaterale di Claudio Cerasa sul Foglio: “Dopo Tim, Generali: più mercato, meno cavilli. Perché l’Italia dei capitali coraggiosi ho un conto aperto con Mediobanca”. 
“Vivendi: non venderemo. E KKR esclude rialzo all’offerta” si legge sul Sole-24 Ore che apre la prima pagina su “Spesa e tasse, faro UE sull’Italia. Conti pubblici, oggi le pagelle di Bruxelles: bene la manovra ma serve un freno al debito pubblico. La finanziaria per il 2022 rispetta gli obblighi legati al PNRR, preoccupa però la crescita del debito”. In taglio basso il quotidiano di Confindustria riporta lo stanziamento di “630 miliardi delle zone economiche speciali del Sud a porti, strade e aree industriali (fondi PNRR)”.
Sul Corsera nelle pagine interne un’analisi della Fondazione Etica sulla capacità di progettazione degli enti locali: “Udine e Treviso i comuni capaci di spendere di più. Ma in Italia ci sono tanti piccoli comuni che non hanno neanche l’ufficio tecnico, come faranno a spendere i soldi del PNRR?”. 
Su Repubblica all’interno un’intervista a Klaus Schwab, fondatore del World Economic Forum: “serve un patto globale sull’hi-tech per far lavorare insieme USA e Cina”. 
Sulla riduzione delle tasse la Stampa titola: “Quattro aliquote, il tesoro scopre le carte sull’Irpef, Franco propone i partiti di allargare la No Tax Area. Domani nuovo vertice per chiudere in settimana e mantenere gli interventi entro gli 8 miliardi”. 
E il Sole-24 Ore aggiunge che l’ipotesi Irap “sarà solo sul 2022”. 
Scettico il Giornale: “Franco promette il taglio di Irpef e Irap ma non spiega come”. 
Mentre l’Ufficio Parlamentare di Bilancio ieri audito in Parlamento ha parlato di “indeterminatezza della riforma fiscale” la Banca d’Italia, sempre in audizione sulla legge di bilancio, ha sostenuto che “Per tagliare il cuneo è necessario agire su detrazioni e bonus” (Italia Oggi). 
Sempre su Italia Oggi la notizia che “La Pubblica Amministrazione recluta professionisti: 1 milione di laureati, tecnici e specialisti saranno assunti per 5 anni a lavorare al progetto PNRR grazie al nuovo portale inPa.gov.it presentato ieri dal ministro  Brunetta. 100 mila invece i nuovi assunti l’anno in via ordinaria” mentre sulla stretta al superbonus 110% il giornale commenta: “ bastonati tutti per le frodi di pochi”.  
Inchiesta di Panorama sul carovita: “a Ottobre a toccato il 3%, un dato che rischia di raffreddare la ripartenza tanto sbandierata dal governo. Inflazione = ripresa povera”. 
Il Fatto Quotidiano in prima pagina attacca il presidente della nuova Ita, Altavilla: “Mister Ita insulta tutti: fuori metà lavoratori. Così Altavilla al comitato direttivo del primo ottobre per cacciare i dipendenti più sindacalizzati”. 

Emergenza CoVid 
Il Corriere della Sera titola in apertura: “No Vax fuori da stadi e hotel, obbligo di vaccino per le forze dell’ordine e terza dose per il personale sanitario. Al via oggi il decreto sul super Greenpass, divieti della prossima settimana”. 
Sul Messaggero in prima pagina Giuseppe Roma scrive sulle proteste di piazza: “l’importanza di isolare i professionisti della violenza”. 
In prima pagina su Libero Quotidiano: “Ancora risparmi sulla sanità. Il covid non ha insegnato nulla. Il governo prevede di ridurre le spese per la salute e Bankitalia boccia la manovra di Draghi”. 


Politica 
Spazio alle divisioni nel mondo politico, e tra i 5Stelle in particolare con Grillo che dileggia Conte “Uno specialista di penultimatum“ (La Repubblica). 
Di spalla in prima sul Corsera Antonio Polito firma il fondo “Salvini e Conte, lo scatto che serve ai leader. Come mai i due più grandi interpreti della stagione del populismo appaiono oggi i leader in
maggiore difficoltà?”. 


Affari sociali
Il Ministro per il Sud Mara Carfagna intervistata dal Messaggero propone: “alle donne i beni sottratti alla mafia”. 
Su tutti i giornali principali la notizia della prima volta in Italia del suicidio assistito: “Un ex autotrasportatore di Ancona ha scelto di morire e ha ottenuto il sì dal comitato etico dell’Asl”. Critici i giornali di centrodestra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400