Quantcast

Nuova Mini: un rinnovamento su più fronti

Redazione Web
Nuova Mini: un rinnovamento su più fronti

Vent’anni dopo il lancio della prima Mini nata sotto il marchio BMW, la casa della Doppia Elica rinnova i modelli 3, 5 porte e cabrio con una serie di differenze estetiche, con l’arrivo di nuove tinte e cerchi in lega, oltre a un ammodernamento tecnologico complessivo. Linee sempre molto decise e cariche quella della Mini che si aggiorna con questo restyling, principalmente con l’adozione di nuovi gruppi ottici full LED su tutta la gamma. Modifiche di dettaglio anche agli interni che ricevono i nuovi sedili sportivi nella variante Light Chequered, nuove cuciture a contrasto e molti meno elementi cromati per far spazio al nero. Al centro dell’abitacolo rimane il display touchscreen da 8,8”, mentre è completo, e soprattutto chiaro, il piccolo ma valido quadro strumenti virtuale. Vuoi per le emissioni e per la conseguente installazione di un nuovo filtro antiparticolato, Mini ha rivisto la potenza della sua Cooper S scendendo dai precedenti 192 CV ai 178 CV. Invariati i 231 CV della Mini John Cooper Works. Nella variante 3 cilindri 1.5, le varie carrozzerie sono disponibili a partire da 75 CV, 102 CV per la One e 136 CV per la Cooper, come in passato. Presenti sia cambi manuali a 6 marce sia lo Steptronic a 7 rapporti con paddle dietro il volante (per i modelli John Cooper Works i rapporti diventano 8).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400