Quantcast

TALENTI DELLO SVILUPPO

Sito web fai-da-te? ahi, ahi, ahi

PS Company, Google Partner certificato, mette insieme professionalità diverse per raggiungere (con tanta creatività) un unico scopo: far notare i propri clienti nel mare magnum dei contenuti online

Vincenzo Petrone
Sito web fai-da-te? ahi, ahi, ahi

Alla fine del 1992 esistevano soltanto 10 siti web. Oggi, a distanza di quasi 30 anni, se ne contano circa 200 milioni. Un numero esorbitante, ma che può essere suddiviso in due semplici gruppi. «Esistono i siti web che portano risultati e quelli che non ne ottengono», afferma Cosimo Paride Mastrostefano, fondatore, insieme alla compagna Simona Piscopiello, di PS Company, un’agenzia specializzata in marketing digitale.

Come tante tecnologie, anche quella per realizzare siti web negli ultimi anni si è resa più accessibile a chiunque. Se da un lato questo ha permesso a sviluppatori e web-designers di ottimizzare il proprio lavoro, si sono create anche delle controindicazioni.

«Si è diffusa un po’ troppo nel mercato la convinzione che creare un sito web sia un gioco da ragazzi. Questo ha portato molte aziende a costruirselo in casa o ad acquistare questo servizio a prezzi stracciati», spiega Simona Piscopiello. Non c’è quindi da stupirsi se poi il sito web non contribuisce a raggiungere gli obiettivi di business prospettati. Proprio questa consapevolezza è il punto di partenza dell’attività di PS Company. La prima domanda rivolta ai clienti in fase di startup del progetto è volta a capire la finalità per cui desiderano realizzare (o rinnovare) il proprio sito.

«Aumentare l’autorevolezza del brand, raccogliere contatti e richieste di preventivo, vendere online o divulgare contenuti e informazioni. Un sito deve essere visto come un canale di comunicazione con un obiettivo specifico», racconta Paolo Baraldi, project manager presso PS Company. «Quando la meta è definita, si può tracciare il percorso per raggiungerla. La struttura del sito, i contenuti testuali e grafici, i collegamenti tra le pagine: tutto deve guidare gli utenti al punto di arrivo desiderato».

Se l’obiettivo finale è la bussola, è anche necessario che il percorso (la cosiddetta user experience), sia su misura del target di riferimento e coerente con l’identità aziendale. Anche qui entra in gioco l’esperienza di un’agenzia di marketing come PS Company nelle scelte grafiche e di tono di voce più efficaci per rispecchiare il brand, dare continuità tra online e offline e accogliere con successo gli utenti desiderati.

Tutto qui? Assolutamente no! «Un sito web non è un cartellone pubblicitario», aggiunge Mastrostefano. «Eppure spesso viene trattato così. Si progetta, si pubblica e ogni tanto si aggiorna». Una delle più grandi rivoluzioni che il digitale ha apportato al mondo del marketing è la possibilità di monitorare, e di conseguenza ottimizzare, con continuità. I siti web dei clienti di PS Company raggiungono risultati anche grazie a questa costante attività.

Come viene svolta? «In tanti modi. Ad esempio registrando le sessioni degli utenti sul sito tramite un tool apposito, ovviamente in modo anonimizzato e senza mostrare alcun dato personale. Questo ci permette di individuare gli elementi che ostacolano il percorso che abbiamo tracciato, come si comportano gli utenti e cosa possiamo fare per migliorare la loro esperienza», svela Piscopiello, che poi aggiunge un retroscena: «Il venerdì pomeriggio vedo Paride e Paolo che fissano lo schermo rapiti come se fosse un film su Netflix, mancano solo i popcorn». A questo si aggiunge la creazione di mappe di calore per misurare l’attenzione degli utenti del sito web e l’analisi approfondita delle metriche fornite da Google Analytics. L’ottimizzazione svolta da PS Company strizza l’occhio anche a Google. I siti web realizzati dal team di Mastrostefano possono vantare infatti un’attività Seo professionale. Baraldi spiega cosa significa: «Facciamo in modo che i nostri clienti si posizionino il più in alto possibile nei risultati di ricerca relativi ai prodotti e servizi da loro offerti. Portando traffico in modo organico al loro sito web, potranno investire cifre minori sull’advertising online». Oltre ad analisi ed esperienza, un sito web che funziona richiede quindi che gli venga dedicato il giusto tempo. Tempo che PS Company chiede ai suoi clienti, per poter realizzare un progetto destinato ad avere successo.


bit.ly/pscompany-sitiweb

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400