Quantcast

IDEE & BUSINESS

in full immersion per diventare leader autentici

La vera leadership crea un mondo al quale gli altri hanno voglia di appartenere. Così, #Authenticleader organizza seminari esperienziali che aiutano gli imprenditori a scoprire e sviluppare le proprie potenzialità

Vincenzo Petraglia
in full immersion per diventare leader autentici

AAA veri leader cercasi. Il mondo è cambiato e ad accelerare questa transizione sta contribuendo in maniera determinante la pandemia. «I modelli tradizionali non funzionano più, molti imprenditori sono andati letteralmente in crash e non riescono a coinvolgere i propri team», spiega Giovanna Carucci (nella foto), a capo di #Authenticleader, che dal 2019 affianca imprenditori e leader in percorsi di crescita personale per renderli più abili nell’innovare e nel coinvolgere le persone. «Il nuovo paradigma del business è quello di vivere la propria passione e fare impresa non solo per produrre profitto, ma anche e soprattutto per dare il proprio contributo alla società. Ecco perché è di fondamentale importanza per ogni imprenditore capire dove vuole andare e qual è la propria missione. Solo in questo modo potrà veramente aprirsi agli altri e permettere loro di fornire il proprio contributo dando il meglio di sé», continua Carucci, bocconiana con parecchia esperienza in posizioni dirigenziali nel mondo del luxury e del fashion, prima di scoprire la programmazione neurolinguistica di Richard Bandler e il generative coaching di Robert Dilts e Stephen Gilligan e certificarsi in entrambe le discipline. #Authenticleader affianca quegli imprenditori che si vogliono guardare dentro, per migliorarsi e fare un salto nella gestione del business e delle persone. «Ciò che oggi fa la differenza», sottolinea la Carucci, «sono le persone, il fatto di non essere isole separate, ma di far parte di un unico sistema, che poi è uno dei grandi insegnamenti del Covid».

I leader autentici sono in grado di portare a bordo persone emotivamente ingaggiate nel sistema azienda

Generative change, bioenergetica, somatic experience e utilizzo del corpo, yoga, meditazione e creative mind al servizio dell’impresa sono al centro dei cosiddetti “mastermind”, marchio di fabbrica in casa #Authenticleader: seminari esperienziali importati dagli States e con i quali si mettono a punto percorsi personalizzati finalizzati innanzitutto a scoprire le proprie potenzialità, soprattutto umane, da cui deriva poi la capacità di imprenditori e leader di innovare e coinvolgere le persone. Esperienze che prevedono diversi step e che si svolgono anche a Cascina Erbatici, una struttura rurale a 5 stelle nella campagna pavese appartenente al circuito Chateauform: full immersion per diventare leader autentici. «Fare impresa per se stessi e per ambizione personale, non è leadership», puntualizza Carucci, che guida i mastermind insieme con Tyler Micocci insegnante di Kundalini Yoga e di meditazione da oltre 25 anni, nonché counselor olistico, gestalt e bioenergetico, e Alessandra Satta, changemaker e coach certificata in Generative Change. «La vera leadership è innanzitutto capacità di creare un mondo al quale gli altri hanno voglia di appartenere, perché le persone scelgono il mondo, non la persona. I leader autentici sono, quindi, in grado di portare a bordo persone in un sistema azienda, emotivamente ingaggiate e motivate nel condividere vision, mission e valori, altrimenti non si va da nessuna parte. È il percorso che facciamo con le persone che affianchiamo: solo conoscendo veramente se stessi, anche nelle proprie debolezze, che bisogna accettare, si può costruire qualcosa di importante e duraturo». Fatto questo lavoro con gli imprenditori, si organizzano in seguito anche attività di coaching per i team, per far emergere l’identità del gruppo e capire insieme dove si vuole andare. «Proprio come in una tribù dove identità e valori, da cui dipendono poi i propri comportamenti, non sono calati dall’alto, ma sono condivisi, maturano insieme», spiega Giovanna Carucci. «E oggi più che mai questo discorso è strategico, in un periodo di forte discontinuità in cui bisogna aggiornare il software col quale si fa impresa, superando il concetto “io+voi” in favore del “noi”. Su questo, d’altronde, si giocherà il futuro e le chance di successo dell’impresa, e dell’intera società».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400