Quantcast

Pnrr, l’Aifi analizza gli interventi in ottica private capital

Redazione Web
Pnrr, l’Aifi analizza gli interventi in ottica private capital

Il Presidente del Consiglio Draghi ha illustrato il 26 aprile alla Camera il contenuto del PianoNazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Il PNRR è il programma di investimenti che l’Italia deve presentare alla Commissione europea nell’ambito del Next Generation EU, lo strumento per rispondere alla crisi pandemica provocata dal Covid-19 (art. 18 del Regolamento UE n. 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021).

AIFI sta seguendo con attenzione i passaggi del testo, focalizzandosi sugli interventi che possono migliorare il contesto normativo dell’attività di private capital, compresa l’attività dei fondi che investono in infrastrutture.

Il PNRR si articola in 6 missioni: digitalizzazione del Paese; innovazione del sistema produttivo; competitività; turismo e cultura; rivoluzione verde e transizione ecologica; infrastrutture per una mobilità sostenibile; istruzione e ricerca; inclusione e coesione; salute.

Comprende, inoltre, un ambizioso progetto di riforme. In particolare, il Governo intende attuare quattro importanti riforme di contesto – pubblica amministrazione, giustizia, semplificazione della legislazione e promozione della concorrenza – oltre a quelle “settoriali” (per esempio sulle autorizzazioni dei progetti sulle fonti rinnovabili) e a quelle “di accompagnamento” (fisco e ammortizzatori sociali).

Tra i 140 progetti del piano spicca il rinnovo degli incentivi Transizione 4.0, con circa 18,5 miliardi. Oltre 12 miliardi sono destinati alla trasformazione della ricerca in attività industriale finanziando tra l’altro 9 centri di ricerca nazionale in tecnologie d’avanguardia e 12 “ecosistemi dell’innovazione” per la collaborazione tra università, centri di ricerca, società e istituzioni locali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400