Quantcast

FRANCHISING E NUOVE IMPRESE

Il capitale germoglia nella società agricola

Il bambù gigante viene utilizzato in edilizia, nell’industria tessile, alimentare e persino nell’automotive: un investimento sostenibile che con Genesi Life diventa anche detraibile fino al 50%

Riccardo Venturi
Il capitale germoglia nella società agricola

Ivan Beltrame, Monica Nota e Bader Abdouni

Un investimento ecosostenibile, detraibile nella dichiarazione dei redditi dell’anno successivo fino al 50%, che a partire dal quinto anno assicura un rendimento compreso tra il 20 e il 50%. È quello in bambù con Genesi Life, azienda che crea società agricole a responsabilità limitata che si occupano di piantumare al proprio interno coltivazioni industriali e commerciali ad alta intensità di bambù gigante Moso. «Genesi Life entra al 20% in ogni società agricola che costituisce» spiega Ivan Beltrame, cofondatore di Genesi Life con Bader Abdouni e Monica Nota, «l’80% è dei soci, che non devono preoccuparsi di nulla: alla piantumazione e alla manutenzione ci pensiamo direttamente noi».

Ad assicurare la redditività dell’investimento sono le oltre 1500 applicazioni del bambù gigante nei settori più disparati. A cominciare dall’edilizia: il bambù è detto anche acciaio vegetale, non per niente negli Stati Uniti la fibra di bambù può sostituire le armature d’acciaio nei grattacieli antisismici. Eppure è anche leggero e flessibile, e può essere utilizzato come elemento di sostegno: colonne, travi, pannelli. Con il bambù si fa anche un parquet dalle caratteristiche interessanti.

«Conosciamo il pregio del parquet in rovere» sottolinea Beltrame, «ma se facciamo cadere una biglia d’acciaio da un metro di altezza, il rovere si scalfisce, il bambù invece no. Ci sono pavimenti realizzati con questo materiale 30 anni fa che sembrano fatti la settimana scorsa». I parquet in bambù hanno anche un’elevata resistenza alle macchie, all’umidità e al fuoco, e oltre a essere ecologici costano mediamente meno di uno tradizionale. Non solo: si fanno in bambù anche i cruscotti di auto di alta gamma come Bmw e Lexus, «prossimamente anche dell’utilitaria Ford Fiesta, quindi l’utilizzo diventerà più di massa» aggiunge Beltrame.

L’obiettivo di raccolta per Genesi Pegaso è di poco più di 1,5 milioni in quote da 19mila euro o multipli

Un’altra applicazione del bambù è quella tessile. «Gli abiti che io e i soci indossavamo alle inaugurazioni dei bambuseti, quando ancora si potevano fare in presenza, sono interamente in fibra di bambù» spiega il cofondatore di Genesi Life, «un tessuto che ha il pregio di essere antiallergico, come la seta». I tessuti ricavati dalla fibra di bambù sono anche più resistenti del cotone, hanno proprietà anti-microbiche, contribuiscono a mantenere la temperatura corporea fresca d’estate e calda d’inverno, assorbendo l’umidità; ci sono anche materassi e cuscini imbottiti di fibra di bambù. C’è poi l’utilizzo alimentare dei germogli di bambù, ingrediente importante della cucina asiatica, sempre più richiesto anche in occidente. Un po’ ricordano gli asparagi, hanno un sapore delicato e una consistenza croccante. «Alle nostre inaugurazioni facevamo aperitivo, antipasto, primo, secondo, dolce tutti interamente con germoglio di bambù» racconta Beltrame, «è un alimento completo, ricco di minerali e vitamine, che non contiene grassi. Abbiamo una grande richiesta, il calibro più grosso lo vendiamo anche a 7 euro al chilo».

Oltre a germoglio e fusto, le parti più nobili del bambù, ci sono anche raccolti secondari con utilizzi nobili. «Con i rizomi, la parte di radice che sbuca dal campo, lo stilista Gucci fa i manici di borsette che costano migliaia di euro», dice il cofondatore di Genesi Life, «mentre con la polvere dei residui si fanno bicchieri di bioplastica, del tutto simili al classico bicchiere di plastica, che però se finiscono in mare si sciolgono». Con il bambù gigante insomma il rendimento è garantito dal gran numero di possibili utilizzi. È ancora in corso la raccolta per Genesi Pegaso, nuova società e nuovo impianto in provincia di Alessandria che sarà piantumato entro la tarda primavera, che dai soci di capitale ha l’obiettivo di raccolta di poco più di 1,5 milioni in quote da 19mila euro o multipli.


www.genesilife.it

numero verde: 800.034.509

e-mail: info@genesilife.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400