In vista del 2024, BlackRock non guardava esattamente al mondo degli investimenti con occhiali da sole colorati di rosa. Vedeva soprattutto una crescita più lenta, un’inflazione più alta dell’ideale, tassi d’interesse più elevati e una maggiore volatilità. E il Giappone era l’unica economia avanzata che le faceva intravedere uno spiraglio. Ora, a distanza di qualche mese, il più grande asset manager del pianeta ripensa a quelle scelte e, per lo più, le raddoppia. Diamo quindi un’occhiata alla scommessa della società sul Giappone e alle altre aree in cui vede opportunità.

Finora il Giappone ha avuto un anno assolutamente straordinario e BlackRock se ne è certamente accorta. L’indice giapponese Topix ha registrato un rendimento del 17,8% nel primo trimestre, pari a circa l’11% in dollari, dato che lo yen giapponese è sceso di circa il 7% rispetto al dollaro. L’oscillazione del mercato è la norma: uno yen debole spesso va di pari passo con un aumento delle azioni del Paese, perché di solito porta a un miglioramento dei profitti per le grandi aziende giapponesi che si dedicano all’esportazione.

BlackRock ha apportato una sola revisione alla sua allocazione azionaria durante la revisione del secondo trimestre del suo outlook 2024: ha aumentato la sua posizione di sovrappeso sui titoli giapponesi. Si tratta di una decisione piuttosto forte, dopo un inizio d’anno così brillante.

Il prorompente ottimismo di BlackRock si basa su diversi fattori: le società hanno restituito agli azionisti quantità record di capitale, gli utili societari sono in aumento, gli investitori stranieri hanno molto spazio per acquistare di più e gli investitori nazionali sono incentivati a mettere a frutto i loro enormi depositi di risparmio. La società prevede inoltre che la Banca del Giappone manterrà bassi i tassi di interesse, il che tende a sostenere l’economia e il mercato azionario.

Quali sono le altre aree in cui BlackRock vede opportunità?

BlackRock ha tracciato un cerchio verde brillante attorno a quattro grandi forze, evidenziandole come elementi chiave per gli investimenti: l’intelligenza artificiale, la digitalizzazione della finanza, la transizione a basse emissioni di carbonio (necessità di risorse/rame) e la frammentazione geopolitica (onshoring).

La società raccomanda solo una ponderazione neutra (o proporzionale) per i titoli statunitensi, ma una volta aggiunti alcuni investimenti in mega-forze, si finisce per essere sovrappesati. Dopo tutto, la maggior parte delle società legate all’IA sono quotate negli Stati Uniti.

BlackRock sostiene che gli utili di alta qualità e i nomi esposti all’IA, in particolare nei settori tecnologico e delle telecomunicazioni, stanno aiutando i titoli statunitensi a superare il freno dell’aumento dei tassi d’interesse. Preferisce puntare su società di “qualità” piuttosto che inseguire i titoli a piccola capitalizzazione. Si può pensare di puntare allo stesso modo, con l’SPDR S&P 500 ETF (SPY; 0,1%), l’iShares MSCI USA Quality Factor ETF (QUAL; 0,15%) o l’Invesco Nasdaq 100 ETF (QQQ; 0,15%).

Ma ci sono modi per giocare il gioco delle mega-forze anche al di fuori degli Stati Uniti. Ad esempio, a BlackRock piacciono i titoli dei mercati emergenti di India e Messico, anche se le loro valutazioni relative sembrano ricche. Per scommettere sull’amore per i mega trend di questi mercati, potreste considerare l’iShares MSCI India ETF (INDA; 0,65%) e l’iShares MSCI Mexico ETF (EWW; 0,5%).