E anche Zoom, post-Covid, diversifica nel cloud

Zoom Video Communications ha annunciato il suo più grande sviluppo strategico da quand’è nata: l’onnipresente fornitore di teleconferenze sta comprando la società di cloud computing Five9 per 15 miliardi di dollari. Perchè?
Semplice! Zoom è salito alla ribalta durante la pandemia quando i lavoratori da casa, gli amici lontani e gli amanti bloccati si sono rivolti al suo servizio di videochiamata. E anche le entrate di Zoom sono aumentate, più che quadruplicate l’anno scorso rispetto al 2019.
Ma con le persone ora in grado di incontrarsi di più di persona, alcuni investitori sono preoccupati che la crescita di Zoom potrebbe, come il quiz online, diventare una cosa del passato. Questo potrebbe essere il motivo per cui il primo grande obiettivo di acquisizione di Zoom è un fornitore di software cloud che aiuta altre aziende a gestire le loro operazioni di assistenza clienti online – il tipo di attività che è in piena espansione indipendentemente dalle restrizioni pandemiche. L’industria globale dei “contact center” vale 24 miliardi di dollari, e unire le forze dovrebbe aiutare sia Zoom che Five9 a competere meglio con i grandi rivali come Amazon, Cisco e RingCentral.
Il sorprendente 2020 di Zoom ha visto il suo prezzo delle azioni quintuplicarsi – e l’azienda sta approfittando di questo per finanziare il suo acquisto di Five9. L’accordo “all-stock” darà agli attuali investitori di Five9 azioni di Zoom in uno scambio che valorizza la società di cloud circa il 13% al di sopra di quanto valeva prima che l’accordo fosse annunciato. Questo potrebbe non sembrare molto – ma equivale a più di 200 volte i guadagni previsti di Five9 quest’anno.