Una consulenza finanziaria integrata, personalizzata, sostenibile e in grado di dribblare il rischio Paese grazie a un rinnovato concept di diversificazione: sono i target raggiunti da Banca Generali in Svizzera, con un’iniziativa di grande portata innovativa. Bg Suisse, così si chiama la realtà elvetica che ha di recente ottenuto la licenza bancaria e ha già aperto i primi conti correnti, da aprile prossimo renderà fruibile il suo modello multibooking, unico nel panorama rossocrociato anche per l’approccio di vicinanza alla clientela mutuato dal business model di Banca Generali. Di che si tratta?

L’istituto ha sede nel centro di Lugano, in Piazza Riforma, nel palazzo che ospita anche BGValeur, la boutique di gestione acquistata negli anni scorsi dalla banca del Leone che fornisce i suoi servizi di wealth management alla clientela permettendogli di mantenere i depositi nella loro attuale banca. È guidato dal Ceo Renato Santi, manager conosciuto nel mercato elvetico in quanto è stato ceo, tra il 2013 e il 2016, di Bsi per Svizzera ed Europa, prima di approdare dopo la fusione Bsi/Efg alla guida degli stessi mercati per Efg Bank fino al 2017, per poi diventare numero uno di Saxo Bank in Svizzera.

L’obiettivo della banca è servire le famiglie che vogliono interagire con una realtà in primo piano nella consulenza professionale, con un forte orientamento all’innovazione e radici nella sostenibilità. E qui entra in gioco il modello multibooking.

La clientela ticinese sarà servita con banker locali forti di una grande esperienza del territorio e delle sue dinamiche ed esigenze; ma dalla primavera verrà aperta la possibilità anche per la clientela italiana che sottoscrive un contratto di advisory col proprio banker di avere consulenza anche sulle masse detenute in Svizzera.

Si tratta di una grande novità che consentirà ai numerosi italiani con risparmi sulla piazza elvetica di avere un rapporto diretto con questi loro asset che in alcuni casi si trovano Oltreconfine da generazioni. Il modello permette di avere flussi integrati: il consulente può gestire entrambi i conti grazie a una visione integrata dei portafogli, a servizi di analisi sui consolidati e altri strumenti a valore aggiunto. Tra i vantaggi c’è appunto, sicuramente, la diversificazione del rischio Paese. La nuova entità così concepita permetterà anche ai clienti svizzeri di trarre beneficio dalla solidità e dalla capacità finanziaria sia dell’istituto italiano sia del gruppo di cui fa parte (Generali Assicurazioni) e con il quale le sinergie saranno forti anche sul territorio elvetico.

L’attenzione è più che mai alta su questo progetto in quanto non accadeva dal 2009 che l’authority concedesse la licenza a una banca italiana in loco. Il team di Santi ha lavorato pancia a terra in questi mesi non solo nella messa a terra del modello di business ma anche nella realizzazione di un’integrazione che fosse 100% digitale e che rispecchiasse la stessa user experience di Banca Generali in Italia tanto nell’apertura di un conto corrente quanto negli altri servizi offerti.

In questo nuovo modello di businessa la figura chiave è quella dei private banker che possono appoggiarsi al centro di competenze di gruppo e stringere, come sono già abituati a fare, una relazione di fiducia e di lungo termine con i clienti, in grado di creare valore. «La nuova banca offre tutti i vantaggi tipici di una startup a livello di avanzate tecnologie digitali, approcci innovativi agli investimenti e agilità decisionale – sottolinea il top manager di Bg Suisse – e parallelamente il team commerciale, grazie alla lunga esperienza nel mercato svizzero, è in grado di soddisfare anche le tradizionali specifiche esigenze della clientela locale nel pieno rispetto dei principi di sostenibilità e inclusività che caratterizzano il modello di capogruppo».

BG (Suisse) Private Bank SA si caratterizza per la personalizzazione del livello di servizio per un’offerta che spazia dai prodotti bancari, alle soluzioni di investimento, dall’advisory finanziario, ai servizi esclusivi nell’ambito del wealth management. La banca svizzera opera in partnership con realtà altamente specializzate e leader nei rispettivi settori di riferimento. Tra i partners attivi negli investimenti sostenibili la banca annovera le società di asset management più accreditate a livello internazionale in quanto firmatarie dei P.R.I (Principles of Responsible Investment), certificate Label I.R.S. (Investimento Socialmente Repsponsabile) e Top 10 Esg Brand.