Detrazioni fiscali 2022

Il modello 730 per il 2022 presenta delle importanti novità per quanto riguarda le detrazioni fiscali. Con queste i contribuenti potranno ottenere dei risparmi sottraendo dall’Irpef lorda gli importi relativi ad alcune spese sostenute. Nel 2022 le principali detrazioni riguardano i lavori in casa, ma c’è anche attenzione all’istruzione dei più piccoli.

Detrazioni fiscali 2022, le novità

Una prima importante novità riguarda il bonus musica che prevede l’assegnazione di 1000 euro alle famiglie dei ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni che sono iscritti a scuole di musica, conservatori o cori e banda riconosciute. Requisito fondamentale per ottenere il bonus è che il reddito della famiglia richiedente non superi i 36mila euro annui.

Ci sono poi le detrazioni riguardanti i lavori in casa, con una serie di bonus che operano in tal senso. C’è quello per la rimozione delle barriere architettoniche che prevede una detrazione del 110% e si lega anche all’ecobonus e al sismabonus. Ci sono poi il bonus prima casa per gli under 36, il bonus mobili fino a 16mila euro e il bonus idrico che permette un contributo di 1000 euro per la sostituzione dei sanitari e dei rubinetti.

Le detrazioni fiscali 2022

Proviamo ora a fare un sommario elenco delle spese per le quali nel modello 730-2022 è prevista la detrazione del 19%:

  • spese sanitarie, solo per la quota eccedente la franchigia di 129 euro;
  • spese mediche e sanitarie per persone con disabilità;
  • spese veterinarie;
  • spese per l’acquisto di cani guida;
  • interessi passivi del mutuo per chi ha comprato l’abitazione principale o altre tipologie di immobili;
  • spese sostenute per il pagamento dell’affitto;
  • spese scolastiche;
  • spese per la frequenza di università pubbliche o private;
  • spese per l’abbonamento ai mezzi pubblici;
  • spese sostenute per studenti con DSA;
  • spese per l’assistenza personale di anziani o persone affette da disabilità;
  • spese per le attività sportive dei figli;
  • spese per l’asilo nido;
  • spese funebri;
  • spese per intermediazione immobiliare;
  • spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede;
  • premi per assicurazioni per rischio di non autosufficienza;
  • erogazioni liberali alle società ed associazioni sportive dilettantistiche;
  • contributi associativi alle società di mutuo soccorso;
  • spese relative ai contributi versati per il riscatto degli anni di laurea dei familiari a carico;
  • premi per assicurazioni per il rischio di eventi calamitosi.