Il presidente del Consiglio Mario Draghi

 

La corsa contro il tempo e i rincari finisce al Senato. Il governo ha approvato il Decreto Aiuti bis che dovrebbe ridare fiato a imprese e famiglie italiane, alle prese con gli aumenti del costo della vita (inflazione).

Manca l’ultimo passaggio alla Camera, previsto per giovedì, che dovrebbe essere una formalità.

Il provvedimento mette sul piato oltre 17 miliardi di euro per bollette, Superbonus edilizio, pensioni e smart working. Ecco cosa cambia.

QUI La guida per risparmiare in casa e scegliere migliori contratti di luce e gas 

 

Bollette

  • Bonus sociale per luce e gas con allargamento dei beneficiari con reddito Isee fino a 12 mila euro. La misura è stata estesa fino alla fine dell’anno.
  • Tariffe agevolate per clienti più fragili.
  • Non si potranno modificare unilateralmente i contratti dei fornitori di energia fino a maggio 2023 (Prezzi bloccati).
  • Iva al 5% sul gas e oneri di sistema azzerati.
  • Alle imprese energetiche saranno concessi nuovi crediti d’imposta.
  • Bonus carburanti estesi a imprese di agricoltura, pesca, servizio di trasporto.
  • Accise sulla benzina scontate fino al 5 ottobre (da estendere ancora).
  • Fringe benefit per le bollette dei dipendenti di imprese.

 

Bonus prorogati

  • Estensione bonus 200 euro.
  • Esonero sulla quota dei contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore. Passa dallo 0,8 al 2%.

Superbonus 110%: cosa cambia per le imprese edilizie

  • La responsabilità in solido nella cessione dei crediti dei bonus edilizi e superbonus si configura solo se il concorso nella violazione avviene “con dolo o colpa grave”.
  • Per i crediti sorti prima degli obblighi (introdotti col decreto di novembre 2021) di acquisizione dei visti di conformità, delle asseverazioni e attestazioni, sui soggetti diversi da banche, intermediari finanziari e assicurazioni, la responsabilità solidale sarà circoscritta ai casi di dolo e colpa grave, ma sarà necessario acquisire comunque la documentazione di asseverazione “ora per allora”.
  • Saranno intensificati i controlli contro le truffe.

Lavoro e smart working

  • Precari per l’attuazione del Pnrr saranno stabilizzati.
  • Smart working esteso fino a fine 2022 per fragili e genitori con figli fino a 14 anni.
  • Cancellata la figura del docente esperto. Il prof esperto aveva suscitato polemiche. Invece “essere stabilmente incentivati, nell’ambito di un sistema di progressione di carriera che a regime sarà precisato in sede di contrattazione collettiva”.