In Senato la giornata per il Prosciutto Veneto Dop con il ministro Patuanelli
La presidente del Senato Elisabetta Casellati

La presidente del Senato Elisabetta Casellati ha annunciato che il decreto Aiuti bis (dl Aiuti bis) approderà a palazzo Madama il prossimo 6 settembre, per l’esame e la discussione, prima della conversione in legge, dopo la quale sarà operativo a tutti gli effetti. A due settimane dal voto per alcuni candidati sarà un ottimo antidoto (palliativo, sarebbe meglio dire) contro i mal di pancia degli elettori.

Il pacchetto di aiuti era stato licenziato dal governo Draghi in Consiglio dei ministri il 9 agosto scorso e prevede misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche sociali e industriali. Sono diversi i sostegni e le misure tampone per le famiglie e gli imprenditori alle prese con il carovita e con il termometro caldo dell’inflazione, che solo in queste ore accenna a stabilizzarsi un po’.

Dal bonus 200 euro alla proroga del taglio delle accise, dall’aumento degli stipendi all’utilizzo dei fondi del Pnrr: una manovra di emergenza da oltre 17 miliardi, che possiamo sintetizzare nei seguenti punti.

  • Aumenta il fondo per elargire il bonus 200 euro in favore di lavoratori autonomi e professionisti iscritti all’Inps e alle casse previdenziali.
  • Sarà esteso il bonus 200 euro per i lavoratori dipendenti, collaboratori sportivi, dottorandi e assegnisti di ricerca, neopensionati dal primo luglio 2022.
  • Introduzione (tra le polemiche) della figura del docente esperto con stipendio di 5.650 euro in più all’ano rispetto agli altri insegnanti. La figura del prof esperto sarà introdotta dal 2032. Non potranno superare le 8mila unità (Da capire ancora come saranno assunti, con quale criterio e come contrattare con i sindacati più agguerriti).
  • Si rafforzerà il bonus sociale per calmierare bollette di luce e gas di utenti in gravi condizioni di salute o economicamente svantaggiati, disabili e cittadini che vivono in strutture abitative di emergenza.
  • Saranno prorogati i tagli alle bollette per tutti gli utenti con potenza disponibile fino a 16,5 kW. Saranno annullate le aliquote sugli oneri generali di sistema applicate alle utenze con potenza disponibile superiore a 16,5 kW fino al 31/12/2022.
  • Sul fronte pensioni sarà anticipata la rivalutazione in base all’inflazione. Solo questa misura costerà oltre 2 miliardi.
  • I tagli alle accise che gravano sui costi dei carburanti saranno estesi fino a ottobre, presumibilmente anche oltre. È verosimile che il prezzo alla pompa si attesti sotto i 2 euro fino al prossimo autunno.
  • Taglio del cuneo fiscale per i redditi fino a 355mila euro (manovra da quasi 1 miliardo).
  • Il tetto dei fringe benefit sale fino a 600 euro (auto aziendali, mense e welfare aziendali) per categorie particolari di lavoratori.
  • I contratti energetici unilaterali saranno bloccati, e non modificabili, fino al 31 ottobre 2022.
  • Bonus energia alle imprese con fabbisogno energetico elevato.
  • Più crediti di imposta per l’acquisto di carburanti per l’esercizio dell’attività agricola e della pesca.
  • Bonus psicologo. Un beneficio a nostro avviso insufficiente per intraprendere un percorso di analisi approfondito. Sarebbe stato meglio potenziare i centri di salute mentale pubblici che stanno scoppiando. E molti nemmeno si curano a causa dello stigma sulle malattie mentali.
  • Bonus trasporto pubblico. Beneficio per abbonamenti di studenti, pendolari e lavoratori.
  • Bonus siccità. Il governo ha stanziato 200 milioni di euro, ma non bastano a fronte dei cambiamenti climatici in atto e dalla dipendenza dai produttori di energie inquinanti.
  • Sarà inoltre concesso più agevolmente lo stato di emergenza preventivo per rischio idrico.
  • Innovazione con un primo assegno da 500 milioni nel Fondo per la crescita sostenibile.
  • Contratti di sviluppo fino al 2030 coperti da 1,2 miliardi.
  • Appena 200 milioni di euro per contrastare la pandemia.
  • Comuni, province e città metropolitane riceveranno 350 milioni per il caro bollette.
  • Misure di intelligence di contrasto in ambito cibernetico.

Come richiedere i Bonus

Nel frattempo prosegue la caccia ai bonus e superbonus. Cliccando qui troverete l’elenco aggiornato dei benefici attualmente disponibili, con misure in favore di imprese e famiglie. Il sito vi accompagna attraverso le procedure per richiedere i benefici. La pagina è in costante aggiornamento sulla base dei decreti via via approvati.

O comunque potrete rivolgervi dai patronati Caf.

Ai titolari d’impresa suggeriamo di seguire anche la piattaforma Incentivi.gov.it .