Gerrit Marx, Ceo Iveco Group, suona la campanella per la quotazione

Oggi su Euronext Milan sono iniziate le negoziazioni delle azioni di Iveco Group. In occasione della prima giornata di quotazione, è stato il Ceo Gerrit Marx a suonare la tradizionale campanella in apertura di Euronext Milan. Iveco Group è nata dallo scorporo delle attività Veicoli commerciali e speciali, Powertrain e Servizi finanziari di Cnh Industrial, controllata da Exor. Intervenendo alla cerimonia Marx ha spiegato: «Il nostro primo giorno di quotazione segna una storica pietra miliare in quanto diventiamo una società completamente indipendente. Voglio ringraziare il nostro Presidente, Suzanne Heywood, e il nostro CdA per aver portato a termine questa operazione di spin-off. Un grazie anche a tutto il team di Iveco Group per aver raccolto la sfida e dedicato uno sforzo extra per portarla a termine. Abbiamo tutti i requisiti necessari per ottenere un successo di lungo periodo, a partire da basi solide, una squadra motivata e una strategia chiara. Questi elementi ci consentiranno di muoverci rapidamente, innovare e stringere partnership per sviluppare le migliori soluzioni nell’attuale contesto in rapida evoluzione».

Otto marchi, 29 stabilimenti, 31 centri R&S, 34 mila dipendenti

Il debutto in Borsa di Iveco Group – si legge in una nota – segna l’avvio di una realtà industriale solida e di spicco a livello internazionale; un “pure player” indipendente, con più di 170 anni di storia nel settore grazie ai suoi vari brand. Dai veicoli commerciali agli autobus, dai mezzi antincendio e per la protezione civile alle soluzioni powertrain per on-road e off-road, la nautica e la generazione di energia, Iveco Group progetta, produce e commercializza una gamma completa di Veicoli Commerciali e Speciali e Powertrain, con il supporto dei relativi Servizi Finanziari. Iveco Group inoltre è fortemente impegnato nell’innovazione e nello sviluppo di soluzioni all’avanguardia e sostenibili, tra cui propulsori a emissioni ridotte e a zero emissioni, sistemi di assistenza alla guida connessi al cloud e ricerca delle nascenti tecnologie di guida autonoma. Il Gruppo è in grado di proporre questi punti di forza competitivi attraverso la creazione di partnership innovative e reciprocamente vantaggiose. Con i suoi 8 marchi, 29 stabilimenti produttivi, 31 centri di ricerca e sviluppo, una forza lavoro di circa 34.000 persone, Iveco Group è presente in tutto il mondo con una solida base in Europa.

La prossima sfida è sostenibile: «Un futuro di Nuova Energia»

A quasi tre ore dall’apertura il titolo del gruppo attivo nella produzione di autobus e veicoli industriali, dopo una serie di sospensioni, ha registrato un calo di 10,84 punti percentuali attestandosi a 10,13 euro. Il Ceo Marx nella giornata della quotazione aveva aggiunto: «Siamo pronti ad affrontare le sfide globali del cambiamento climatico, facendo riferimento diretto ai principi Ambientali, Sociali e di Governance della nostra responsabilità pubblica. Intendiamo impegnarci a trasformare non solo le nostre operazioni, ma anche il nostro segmento di riferimento, sostenuti dalle soluzioni che ci vedono pionieri nei settori più avanzati del trasporto su strada e della propulsione, inclusi i combustibili alternativi, la guida autonoma e i nuovi modelli di business. Tutto il team di Iveco Group e io siamo profondamente grati per gli anni che abbiamo condiviso con Cnh Industrial e siamo fiduciosi che i nostri ex colleghi continueranno a fare decisi passi in avanti nei settori dell’agricoltura e delle costruzioni. Siamo entusiasti di iniziare questo prossimo capitolo, consapevoli che dovremo affrontare delle sfide, ma guidati da un percorso e una visione chiari: abbiamo iniziato il nostro viaggio verso un futuro carico di Nuova Energia».