lavoro dl coesione

Il consiglio dei ministri ha approvato il ddl semplificazioni, una serie di norme che riguardano diversi aspetti della vita pratica di molti cittadini che dovrebbero rendere la vita più semplice agli italiani. L’obiettivo, secondo il ministro della pubblica amministrazione Paolo Zangrillo è quello di introdurre 400 semplificazioni nel 2024 e 600 nel 2026. Nel contempo è arrivata anche una stretta sul tabacco. Sono previste sanzioni più severe alle tabaccherie che vendono sigarette senza l’autorizzazione delle dogane

LEGGI ANCHE: Approvato dal Senato il Ddl Capitali, Aifi seguirà la delega

I vaccini in farmacia 

Tra le novità contenute nel ddl semplificazioni c’è la possibilità di distribuire i vaccini in farmacia ai maggiori di 12 anni. Allo stesso tempo vengono aumentati i tipi di analisi con prelievo del sangue che si possono fare. Tra questi rientrano il controllo della glicemia e del colesterolo. Inoltre si potrà scegliere il medico di medicina generale e il pediatra tra quelli convenzionati con il servizio sanitario nazionale.

Scuole facili per tutti? Un po’ meno col ddl semplificazioni

Quella introdotta è già stata ribattezzata da molti come la norma anti diplomifici. Non si potranno sostenere gli esami per fare più di due anni in uno a scuola e non sarà più concesso prepararsi per un esame che comprende tre anni di scuola come succede ora. Nel ddl vietata anche la creazione di classi solo per l’ultimo anno prima del diploma per facilitare la maturità. La conferma dei contratti a termine per i docenti di sostegno che lavorano con gli alunni disabili avrà la precedenza.

Morte presunta e ceneri

Tra le novità c’è anche il dimezzamento dei tempi per la dichiarazione di assenza e per quelli di morte presunta. Si tratta di una novità che va a favore dei successori legittimi e di coloro che ritengono di avere diritti sui beni del defunto, che potranno domandare al tribunale competente che ne sia dichiarata l’assenza dopo un anno dall’ultima notizia, e non dopo due come accade adesso. Il permesso per la dispersione delle ceneri sarà rilasciato anche in via digitale dall’amministrazione comunale.

Calano i vincoli edilizi 

Tra le altre novità c’è la semplificazione dell’iter burocratico per costruire o ristrutturare immobili in aree soggette a vincoli idrogeologici, ambientali, paesaggistici o culturali. Quando la richiesta al comune è già accompagnata da un’autorizzazione, come nel caso del nulla osta paesaggistico, vale il silenzio assenso che di norma avviene tra i 30 e i 90 giorni. Secondo la normativa attuale è invece necessario che il Comune apra una conferenza di servizi per acquisire l’assenso degli enti coinvolti.

La stretta sui tabaccai

L’altra novità riguarda le multe che toccano i tabaccai, che verranno multati fino a 10 mila euro se sorpresi a vendere tabacchi lavorati senza l’autorizzazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. La norma non riguarda solo le sigarette di contrabbando, ma anche sigari, tabacco trinciato e masticabile, così come i tabacchi per pipa e sigarette elettroniche.