Dati Istat occupazione Italia

L’Istat ha pubblicato i dati relativi all’occupazione in Italia a giugno 2022 evidenziando che il tasso di occupazione sia salito a 60,1%, +0,4% rispetto al primo trimestre dell’anno. Si tratta di un valore che il nostro Paese non vedeva dal lontano 1977 e che si accompagna ad un tasso di disoccupazione stabile all’8,1% e ad una discesa del tasso di inattività al 34,5%. È sempre l’Istituto Nazionale di Statistica a riferire che il record di giugno sia stato raggiunto dopo che a maggio si era registrato un calo nel numero degli occupati.

Occupazione in Italia, i dati Istat

Che si tratti di un buon risultato per l’Italia lo si evince anche dal confronto dei dati sull’occupazione dello stesso mese dello scorso anno, giugno 2021, con il numero degli occupati che è salito dell’1,8%, ovvero +400mila unità. A crescere sono soprattutto i lavoratori dipendenti che, a giugno 2022, ammontano a 18 milioni e 100mila. Si tratta, come accennato in precedenza, del valore più alto dal 1977, il primo della serie storica.

Secondo i dati Istat, la crescita dell’occupazione riguarda entrambi i sessi e quasi tutte le età, con l’esclusione dei 35-49enni. Crescono poi i lavoratori dipendenti, mentre diminuiscono gli autonomi e i dipendenti a termine. In calo, invece, il numero di persone in cerca di lavoro, il -0,2%, ovvero meno 4mila persone rispetto a maggio 2022. Quest’ultimo dato riguarda soprattutto le donne e chi ha più di 25 anni d’età. Gli inattivi, ovvero coloro che non hanno un lavoro e non lo stanno cercando, nella fascia tra i 15 e i 64 anni scendono dello 0,7%, ovvero a -91mila unità.

Il tasso di disoccupazione italiano resta dunque stabile all’8,1%, un buon risultato che comunque non regge ancora il confronto con l’Eurozona, dove il dato è rimasto sui livelli di maggio, ovvero al 6,6%. Cresce dell’1,7%, invece, il dato di disoccupazione tra i giovani, arrivando alla cifra complessiva del 23,1%.