Credimi ancia Credimi Futuro per il credito facile alle Pmi

Il sistema, nella sua versione beta, ha già erogato 20 milioni di euro di finanziamento a circa sessanta Pmi con un fatturato che va dai 2 ai 20 milioni. Il valore medio di questi prestiti si aggira intorno ai 300-350 mila euro. Un successo raggiunto in soli tre giorni. 
Parliamo dell’ampliamento dell’offerta di credito alle piccole e medie imprese avviato da Credimi nelle scorse settimane e che verrà la ciato ufficialmente a inizio giugno prossimo. L’iniziativa si chiama Credimi Futuro e il Sole 24 Ore scrive di una cartolarizzazione di crediti pe un ammontare di 670 milioni, proprio per garantire risorse al piano. Sottoscrittore dei titoli emessi da Credimi, è stata Banca Generali.
 
A rendere ancora più importante l’iniziativa è la modalità di accesso a questa forma di credito. Credimi Futuro, nella sua versione beta, ha permesso alle imprese di fare domanda attraverso una procedura completamente online e senza necessità di offrire garanzie e senza alcun tipo di vincolo. 

Il ceo e cofondatore di Credimi, Rocco di Torrepadula (in foto), ha dichiarato che l’obiettivo è riuscire a erogare 60 milioni di euro di crediti in tre trimestri

leggi anche | Banca Generali apre il suo hub sul private banking del futuro