Lo scorso 21 aprile 2022 è stato approvato definitivamente in Senato il disegno di legge di conversione del D.L. n. 17/2022, nel quale sono state previste una serie di misure urgenti atte al contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale, oltre che allo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali. Tra queste trova spazio anche il reddito energetico, misura proposta dal MoVimento 5 Stelle che si sostanzia nella concessione di contributi regionali finalizzati all’acquisto e all’installazione di impianti di energia rinnovabile. La sovvenzione è rivolta in particolar modo alle famiglie che non avrebbero da sole la disponibilità economica per sostenere tali spese.

Reddito energetico, cos’è

A sostegno del reddito energetico, sono stati stanziati per le Regioni circa 200 milioni di euro che serviranno ad incentivare l’utilizzo dei pannelli fotovoltaici e la loro installazione sui tetti delle abitazioni e dei condomini. Si tratta, in sostanza, di sovvenzioni a fondo perduto con le Regioni che avranno a loro carico tutte le spese di acquisto materiali, messa in posa dell’impianto, manutenzione straordinaria, mentre la manutenzione ordinaria resta a carico dei beneficiari.

Il contributo a fondo perduto è di massimo 6mila euro per l’installazione di impianti solari domestici o microeolici, mentre sale ad euro 8.500 nel caso in cui si vogliano installare anche dei sistemi di accumulo. I beneficiari avranno poi l’obbligo di sottoscrivere una convenzione con il Gestore Servizi Energetici, GSE,  e si impegneranno a cedere alla Regione l’eventuale eccedenza di energia elettrica prodotta dall’impianto alla rete, come forma di compensazione.

La misura è rivolta, come detto, alle famiglie che si trovano in condizioni economiche svantaggiate. Nello specifico i destinatari del reddito energetico sono i proprietari o usufruttuari a vario titolo di unità abitative indipendenti o di unità abitative facenti parte di condomìni; i condomìni, per le utenze relative ai consumi di energia elettrica per il funzionamento degli impianti a uso condominiale.