All’inizio, Dogecoin (DOGE) non doveva essere niente di più che uno scherzo. Ora è invece una delle criptovalute più popolari al mondo ed il cui logo rimanda ad un meme di Internet rappresentante un cane di razza Shiba Inu.

Dogecoin non è un prodotto nuovo sul mercato delle criptovalute ma esiste da un bel po’ ed è una delle crypto più conosciute proprio grazie alla sua accezione di meme-coin, al lungo tempo di presenza sul mercato ed alla popolarità ottenuta sui social media.

Vediamo in questo approfondimento da cosa scaturisce tutto ciò, com’è nata dogecoin e quali sono i suoi scopi attuali.

Com’è nata Dogecoin (DOGE)?

Nel 2013, quando le criptovalute non erano ancora così popolari, due programmatori, Bill Marcus e Jackson Palmer, decisero di crearne una per gioco senza uno scopo preciso. Come mascotte, scelsero il meme Doge, una simpatica immagine rappresentante la faccia di un cane di razza Shiba Inu che era molto popolare tra la community del forum Reddit in quel periodo.

Indipendentemente dalla sua idea inizialmente umoristica, Dogecoin era una vera e propria altcoin basata sulla blockchain Litecoin. I suoi creatori avevano previsto di limitarne l’emissione, ma poi hanno abbandonato l’idea ed hanno deciso di rendere la fornitura di Dogecoin (DOGE) illimitata.

La volatilità di Dogecoin

Trattandosi di una meme-coin fortemente influenzata dalla community sui social, Dogecoin è caratterizzata da un andamento particolarmente volatile, con forti oscillazioni di prezzo.

Il meme del cane è diventato virale e così ha fatto anche la crypto DOGE che è cresciuta di quasi dieci volte in un mese. Tuttavia, l’eccitazione per questa nuova crypto-meme è scesa presto e il suo prezzo è diminuito con la stessa velocità con cui prima era salito.

In seguito, Dogecoin ha attraversato tre anni di minimo fin quando gli utenti non iniziarono ad  apprezzarne anche i vantaggi, primo fra tutti la convenienza per le transazioni tra piattaforme di criptovalute in quanto quasi istantanee e con commissioni molto basse.

Nel 2017, la crypto ha avuto un’altra impennata, anche se questa volta la sua crescita non è stata esagerata come la prima. Dopo circa un anno, Dogecoin ha iniziato a scendere di nuovo.

Perché DOGE è diventata così popolare?

 

Dato che questa criptovaluta è stata creata per scherzo, il 1° Aprile del 2019 il team di Dogecoin ha deciso che sarebbe stata una buona idea scegliere Elon Musk come nuovo CEO di Dogecoin scrivendolo sul loro Twitter.

Musk, noto per il suo particolare senso dell’umorismo, si è unito a questo gioco. Ha scherzato nei commenti ed ha anche postato alcuni tweet su Dogecoin, chiamandola spesso “la sua criptovaluta preferita”. Tutto ciò ha aumentato l’interesse del pubblico ed ha portato alla crescita del valore di DOGE.

Nel Luglio del 2020 Dogecoin è stato presentato su TikTok. Un breve video del team, che esortava la gente a comprare Dogecoin, è diventato virale ed ha ottenuto un’enorme quantità di like e commenti. L’hype ha fatto salire la moneta del 140% in soli tre giorni.

Questa crescita esponenziale sembrava essere una buona ragione per gli utenti di acquistare la crypto e così è iniziata una sorta di Dogecoin challenge. Gli utenti hanno esortato tutti a comprare e tenere Dogecoin fino al raggiungimento del valore di 1 dollaro. La crypto però, dopo essere salita alle stelle nel 2021, è poi crollata di nuovo nel corso dell’anno.

Dato l’andamento particolarmente volatile di Dogecoin, è bene valutare con estrema cautela un suo possibile acquisto.

 

Cos’è Dogecoin e Quali sono le origini della meme-coin DOGE

 

All’inizio, Dogecoin (DOGE) non doveva essere niente di più che uno scherzo. Ora è invece una delle criptovalute più popolari al mondo ed il cui logo rimanda ad un meme di Internet rappresentante un cane di razza Shiba Inu.

 

Dogecoin non è un prodotto nuovo sul mercato delle criptovalute ma esiste da un bel po’ ed è una delle crypto più conosciute proprio grazie alla sua accezione di meme-coin, al lungo tempo di presenza sul mercato ed alla popolarità ottenuta sui social media.

 

Vediamo in questo approfondimento da cosa scaturisce tutto ciò, com’è nata dogecoin e quali sono i suoi scopi attuali.

 

Com’è nata Dogecoin (DOGE)?

 

Nel 2013, quando le criptovalute non erano ancora così popolari, due programmatori, Bill Marcus e Jackson Palmer, decisero di crearne una per gioco senza uno scopo preciso. Come mascotte, scelsero il meme Doge, una simpatica immagine rappresentante la faccia di un cane di razza Shiba Inu che era molto popolare tra la community del forum Reddit in quel periodo.

 

Indipendentemente dalla sua idea inizialmente umoristica, Dogecoin era una vera e propria altcoin basata sulla blockchain Litecoin. I suoi creatori avevano previsto di limitarne l’emissione, ma poi hanno abbandonato l’idea ed hanno deciso di rendere la fornitura di Dogecoin (DOGE) illimitata.

 

La volatilità di Dogecoin

 

Trattandosi di una meme-coin fortemente influenzata dalla community sui social, Dogecoin è caratterizzata da un andamento particolarmente volatile, con forti oscillazioni di prezzo.

 

Il meme del cane è diventato virale e così ha fatto anche la crypto DOGE che è cresciuta di quasi dieci volte in un mese. Tuttavia, l’eccitazione per questa nuova crypto-meme è scesa presto e il suo prezzo è diminuito con la stessa velocità con cui prima era salito.

 

In seguito, Dogecoin ha attraversato tre anni di minimo fin quando gli utenti non iniziarono ad  apprezzarne anche i vantaggi, primo fra tutti la convenienza per le transazioni tra piattaforme di criptovalute in quanto quasi istantanee e con commissioni molto basse.

 

Nel 2017, la crypto ha avuto un’altra impennata, anche se questa volta la sua crescita non è stata esagerata come la prima. Dopo circa un anno, Dogecoin ha iniziato a scendere di nuovo.

 

Perché DOGE è diventata così popolare?

 

Dato che questa criptovaluta è stata creata per scherzo, il 1° Aprile del 2019 il team di Dogecoin ha deciso che sarebbe stata una buona idea scegliere Elon Musk come nuovo CEO di Dogecoin scrivendolo sul loro Twitter.

 

Musk, noto per il suo particolare senso dell’umorismo, si è unito a questo gioco. Ha scherzato nei commenti ed ha anche postato alcuni tweet su Dogecoin, chiamandola spesso “la sua criptovaluta preferita”. Tutto ciò ha aumentato l’interesse del pubblico ed ha portato alla crescita del valore di DOGE.

 

Nel Luglio del 2020 Dogecoin è stato presentato su TikTok. Un breve video del team, che esortava la gente a comprare Dogecoin, è diventato virale ed ha ottenuto un’enorme quantità di like e commenti. L’hype ha fatto salire la moneta del 140% in soli tre giorni.

 

Questa crescita esponenziale sembrava essere una buona ragione per gli utenti di acquistare la crypto e così è iniziata una sorta di Dogecoin challenge. Gli utenti hanno esortato tutti a comprare e tenere Dogecoin fino al raggiungimento del valore di 1 dollaro. La crypto però, dopo essere salita alle stelle nel 2021, è poi crollata di nuovo nel corso dell’anno.

 

Dato l’andamento particolarmente volatile di Dogecoin, è bene valutare con estrema cautela un suo possibile acquisto.