È arrivata oltre gli obiettivi prefissati #coopforafrica, la campagna di raccolta fondi per favorire la vaccinazione e la lotta al Covid nel continente africano. Partita agli inizi di dicembre grazie alla proroga che ha esteso la possibilità per soci e consumatori di donare fino al 16 gennaio, è stato superato 1 milione e mezzo di euro di donazioni, coinvolgendo circa 115.000 donatori (tra persone fisiche e enti). Al fianco di tre realtà umanitarie fortemente impegnate sul versante della solidarietà internazionale come l’Agenzia ONU per i Rifugiati-UNHCR, la Comunità di Sant‘Egidio e Medici Senza Frontiere e già impegnate nel continente, Coop ha raccolto donazioni ben oltre il primo obiettivo dichiarato che era appunto raggiungere 1 milione di euro. «Come da sempre è nella natura di Coop, abbiamo scelto di trasformare i nostri principi e valori in fatti e quindi di metterci in gioco di fronte a una pandemia e indirizzare gli sforzi verso una causa comune – spiega Marco Pedroni Presidente Coop Italia e Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori) – Al di là del Mediterraneo c’è un continente dove solo il 7% della popolazione ha ricevuto una dose di vaccino. In quel continente le persone non hanno la possibilità di scegliere e il Covid 19 continua a fare paura. Non risolveremo i problemi di un intero continente in estrema difficoltà, ma almeno sappiamo di aver dato un contributo concreto». La particolarità della campagna è stata la sua ramificazione territoriale, la compartecipazione di tre importanti partner nazionali, ciascuno per proprio conto già fortemente impegnato in Africa, e l’impegno di Coop a raddoppiare le donazioni effettuate a punto vendita dimostrando di voler giocare un ruolo di primo piano, anche economicamente significativo.