Aziende Usa pronte ad emettere bond prima che la Fed rialzi i tassi di interesse

I dati della scorsa settimana hanno mostrato che le aziende hanno venduto oltre 100 miliardi di dollari di obbligazioni per non dover ricorrere a misure di raccolta fondi più disperate.

Royal Caribbean in crisi vende obbligazioni per 1 miliardo 

La prima parte dell’anno è sempre un periodo impegnativo per il mercato obbligazionario, ma questa è stata più impegnativa della maggior parte – anche perché le aziende stanno cercando di raccogliere denaro prima che gli aumenti dei tassi di interesse facciano salire il costo dei prestiti. Infatti, le aziende hanno raccolto oltre 100 miliardi di dollari vendendo obbligazioni in quello che è diventato il secondo più grande inizio d’anno da record. Gli investitori non stanno solo annusando il debito a basso rischio: l’operatore di crociere colpito dalla pandemia Royal Caribbean ha raccolto 1 miliardo di dollari la scorsa settimana, e AMC Entertainment – che ha sfiorato la bancarotta nel pieno della pandemia – starebbe pensando di entrare in azione anche lei.

La Fed prevede ben 8 rialzi entro inizio 2024

Le aziende fanno bene a darsi una mossa, con la notizia emersa la scorsa settimana che la Federal Reserve sta pensando di alzare i tassi di interesse prima del previsto. E poiché i più scommettono che ci potrebbero essere fino a otto rialzi dei tassi entro l’inizio del 2024, vendere il debito potrebbe diventare molto costoso molto rapidamente. Gli investitori sono d’accordo: hanno già iniziato a ritirare i loro ordini di nuove obbligazioni, nella speranza che passino solo un paio di mesi prima di poterle acquistare a rendimenti più alti.

E c’è chi guarda anche al venture capital

È logico, quindi, che le aziende non si affidano solo al debito per raccogliere denaro, ma anche al capitale di rischio (VC). Basta guardare Getir: la società turca di consegna di generi alimentari starebbe cercando più di 1 miliardo di dollari di investimenti da società di VC, in una mossa che vedrebbe l’azienda valutata 12 miliardi di dollari (tweet). È un obiettivo ambizioso, ma potrebbero bussare alla porta giusta: i fondi VC americani hanno raccolto una quantità record di denaro l’anno scorso.