cibi genuini
I prodotti genuini sono ancora i più ricercati

“Spendo qualcosa di più, ma almeno mangio bene”. La frase è stata pronunciata tantissime volte, ma ormai non è più soltanto un luogo comune. Sono i dati di una ricerca a confermare come davvero molte persone operino in questo senso quando si tratta di acquistare cibo.

Stando a quanto dice una ricerca intrapresa dall’International Food Information Council, nell’industria alimentare le vendite globali del mercato degli ingredienti “clean label” prevedono di raggiungere i 64,1 miliardi entro il 2026 mentre secondo un sondaggio dell’agenzia Ingredient Communications, il 73% dei consumatori è felice di pagare un prezzo di vendita più alto per un prodotto alimentare o una bevanda fatti con ingredienti che riconosce e di cui si fida.

La start up che protegge i cibi genuini

Proprio in base queste analisi  Giuseppe Cinquerrui ha scelto di fondare Paesano, la startup che desidera ridare importanza ai prodotti genuini creati con ingredienti freschi, selezionati e simbolo di un determinato territorio.

Focalizzandosi sulla produzione di liquori e amari artigianali prodotti con vera frutta siciliana, Paesano è la realtà che punta a fornire un cambio di rotta per l’industria beverage, ormai troppo abituata all’utilizzo di coloranti e aromi artificiali.

“ “Paesano” è il soprannome che veniva storicamente utilizzato per appellare un Italiano all’estero. In questa semplice parola sono racchiuse intere generazioni di agricoltori e artigiani che si tramandavano arti, pratiche, culture e saperi emigrando dal proprio paese. Con la nostra startup vogliamo valorizzare tutto il patrimonio materiale e immateriale siciliano selezionando i prodotti in agricoltura etica e biologica, per poi trasformarli e dare loro nuova forma. Non per altro il nostro simbolo è la Coppola” spiega Giuseppe Cinquerrui, fondatore di Paesano.

Innovare vuol dire rispettare le tradizioni

Con sede a Niscemi, in provincia di Caltanissetta, Paesano è una startup che si occupa a 360° della realizzazione di liquori artigianali prodotti con vera frutta siciliana. Collaborando con realtà locali siciliane, Paesano gestisce tutte le fasi del lavoro: dalla raccolta, alla scelta, alla produzione e lavorazione – fasi compiute rigorosamente in Sicilia – per poi occuparsi della conseguente vendita.

Il processo di produzione dei prodotti Paesano è interamente artigianale, nato dall’esperienza dei mastri distillatori: tutto fatto a mano, senza nessuna meccanizzazione. Con l’obiettivo di rappresentare il meglio possibile la Sicilia, Paesano sceglie di creare liquori sfruttando i cinque frutti e fiori caratteristici dell’isola: pistacchio, melograno, fico d’india, carciofo e limone.

“Quando ho creato il progetto, ero io che personalmente dalla Sicilia andavo a far conoscere ai gestori di ristoranti o locali i nostri liquori. Ho scelto di iniziare da Como, Milano e dintorni: il fatto che non mi servissi di rappresentanti o di persone terze mi ha permesso di dimostrare fin da subito la qualità dei nostri liquori. Lasciavo una boccettina di prova e quando tornavo a casa mi accorgevo che avevo già ricevuto diversi ordiniaggiunge Cinquerrui.

Obiettivo futuro: rilevare un rudere e aprire una distilleria artigianale per accogliere il turismo

Ad oggi i liquori Paesano dopo essersi fatti conoscere da numerose attività in Italia, hanno attirato l’interesse di diversi Paesi europei: Paesano infatti esporta i propri liquori e amari anche in Svizzera, Germania, Spagna, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Principato di Monaco, Polonia e Lettonia.

Nei prossimi mesi l’obiettivo è raggiungere Regno Unito, Francia, Grecia, Portogallo e Lituania.

Paesano collabora soprattutto con realtà prestigiose, come catene di alberghi e grazie al fatto che le bottigliette di liquore sono servite in box da 4 o 6, i prodotti Paesano vengono scelti come bomboniere per matrimoni e cerimonie.