Come difendersi dall’inflazione? In questo articolo vedremo come scegliere il miglior conto corrente in un periodo storico di alta inflazione.

Viviamo un momento storico caratterizzato da una forte inflazione. Le cause sono dovute al rincaro dei beni e dei servizi in ogni campo. Inoltre, la recente crisi diplomatica fra Russia e Ucraina ha fatto crescere a dismisura il costo dei beni energetici, sospingendo ancora di più l’inflazione. I prezzi salgono e il potere d’acquisto delle famiglie è sempre più basso. Una situazione già altamente compromessa dagli anni di pandemia.

Ogni mese assistiamo a un pesante rincaro. In una situazione simile i risparmi presenti sul nostro conto corrente perdono sicuramente valore. Come difendersi? Se non spendiamo una parte del nostro stipendio – se riusciamo, quindi, a risparmiare – dobbiamo fare in modo che essa non perda valore effettivo.

Sul mercato sono presenti diverse scelte in riferimento ai conti corrente che permettono di combattere questa ‘piaga’ della perdita di valore.

Cosa non fare assolutamente in un periodo di alta inflazione?

Parcheggiare i soldi sul conto corrente è una scelta sbagliata, specie in un periodo di così alta inflazione. Quest’ultima, infatti, possiamo considerarla come una vera e propria tassa nascosta che ogni persona “paga” senza accorgersene.

Se non diamo una rendita ai nostri risparmi, essi perderanno valore. I soldi sul conto saranno sempre quelli, ma il loro valore reale sarà inferiore in base alla percentuale dell’inflazione. In pratica, con gli stessi soldi sarà possibile comprare meno cose rispetto ai periodi precedenti. Ecco la differenza fra valore nominale e valore reale.

È fondamentale che i soldi che risparmiamo si investano in rendimenti che combattano al meglio l’inflazione. Dunque, tale rendimento dovrà essere almeno pari o superiore alla perdita del valore reale della moneta.

I migliori conti correnti contro l’inflazione

Vediamo ora, quindi, cosa fare e quali sono i migliori conti correnti che permettano di combattere l’alta inflazione. Innanzitutto, un aspetto sempre gradito si ha in riferimento ai costi più bassi possibili per l’apertura e per la gestione mensile o annuale del conto stesso. Per la lista, ci siamo ispirati a questo articolo https://ilcontoonline.com/migliori-conti-correnti.

In un periodo storico simile esistono diversi conti correnti a costo zero che consentono di dare maggiore respiro a tutti. Se siete stanchi degli ingenti costi di gestione del vostro conto, sappiate che sono presenti diverse soluzioni che in alcuni casi non comportano nessuna spesa.

E ci riferiamo proprio a tutti i costi di gestione, dalle carte di credito, dal costo del canone e del bollo, fino ai prelievi e ai pagamenti. Inoltre, un conto corrente conveniente e di qualità consente di riavere indietro parte dei soldi spesi: il cashback.

Per esempio, aprire un conto corrente presso una banca con cashback permette di recuperare un po’ di denaro nel corso dell’anno, cosa che non bisogna mai sottovalutare.

Ottime soluzioni si hanno soprattutto per i conti correnti al 100% digitali, come la banca digitale N26 Bank. Sono conti che si aprono online e permettono di avere i costi di gestione ridotti all’osso.

Come dare una rendita ai vostri risparmi?

Ma oltre a scegliere un conto corrente a costi limitati, sarà importante – come detto – far fruttare i soldi per combattere la piaga dell’inflazione. Infatti, se ipoteticamente una persona ha 50000 euro immobilizzati sul conto, con un’inflazione al 3% perderà un valore reale (e non nominale, ricordiamo) di 1500 euro.

Investire un cospicuo risparmio in futuri rendimenti è una soluzione che consigliamo ampiamente. Un’opzione interessante è quella di investire in titoli indicizzati all’inflazione. Cosa vuol dire? In pratica, tali titoli assicurano una rendita che si adatta ai prezzi e all’inflazione, restando, dunque, stabili in termini reali.

I buoni del tesoro oggi rendono meno rispetto al passato e sono un po’ più rischiosi.

Un’altra opzione intelligente è la possibilità di investire i risparmi in una polizza vita a premio unico. Tale soluzione ha due vantaggi non di poco conto. Infatti, oltre a dare una rendita ai risparmi garantisce una sicurezza verso i propri familiari per il futuro.

In definitiva, il consiglio è quello di scegliere un conto corrente conveniente, di non lasciare fermi i risparmi su di esso e di investire in soluzioni intelligenti e dal rischio limitato o nullo.