Boom di acquisti per gli spumanti (+30% sul 2020)

Complici le disdette a ristoranti e viaggi, tra le famiglie che rimarranno in casa per il cenone è boom di acquisti per spumanti (+30%) e gastronomia. «Sarà un veglione di Capodanno celebrato in nettissima prevalenza tra le mura di casa» spiega Giorgio Panizza, consigliere d’amministrazione de ‘I Supermercati Il Gigante‘ (gruppo della Grande Distribuzione che conta complessivamente una settantina di punti vendita) il cui Osservatorio sta rapportando l’andamento delle vendite tra l’ultima decade di dicembre di quest’anno e quella dell’anno passato. «In queste ultimissime ore, complici le moltissime disdette a ristoranti e viaggi – spiega Panizza – si conferma una continua e forte crescita per le richieste del settore della gastronomia. Se a Natale l’aumento degli acquisti in questi reparti ha raggiunto il 26% rispetto allo stesso periodo del 2020, per Capodanno questa quota è certamente destinata ad aumentare». A farla da padrone, secondo i dati dell’Osservatorio, sono i crostacei (+18%), gli antipasti a base di pesce (+15%) e le tartine (+10%). Analogo discorso vale per gli spumanti: la vendita di bollicine italiane (in particolare della Franciacorta e del Trentino) e del Prosecco, dopo l’incremento del 25% registrato nell’ultima settimana prenatalizia, dovrebbe ulteriormente aumentare raggiungendo cifre record stimabili in un +30% rispetto al Capodanno 2020. Immancabili, infine, i piatti della tradizione con il cotechino che, se confrontato a un anno fa, cresce del 5% e con le lenticchie che fanno segnare un +10%.