Coca Cola

Coca-Cola HBC Italia, il principale produttore e distributore dei prodotti a marchio The Coca-Cola Company sul territorio nazionale, e Casilli Enterprise, azienda campana d’avanguardia nel settore trasporti e logistica, annunciano oggi una collaborazione finalizzata a mettere su strada mezzi alimentati con carburanti a ridotto impatto ambientale (HVO e BioLNG), che copriranno oltre 1,2 milioni di chilometri di strada all’anno, equivalenti a circa 30 giri intorno alla terra.

Ai veicoli alimentati completamente da HVO (Hydrotreated Vegetable Oil) e BioLNG già a disposizione dell’azienda campana, si aggiungeranno ulteriori 65 nuovi veicoli di nuova generazione, frutto di un investimento di Casilli Enterprise. HVO e BioLNG sono dei biocarburanti prodotti da materie prime rinnovabili, come olii alimentari esausti, grassi animali e scarti di lavorazione di materie prime vegetali, sono utilizzati principalmente per alimentare mezzi pesanti, come camion e autobus, e sono capaci di ridurre le emissioni di CO2 nei trasporti a lungo raggio. 

 

Coca Cola userà mezzi alimentati a biocarburante

Coca-Cola HBC Italia utilizzerà i mezzi di trasporto alimentati a biocarburante per portare le scaglie di PET riciclato dal magazzino di stoccaggio alla fabbrica CCH CircularPET di Gaglianico (BI), dove saranno trasformate in preforme di plastica riciclata al 100% (rPET). Successivamente, queste preforme verranno distribuite alle fabbriche Coca-Cola HBC Italia di Nogara (VR), Oricola (AQ) e Marcianise (CE). Dopo essere state soffiate e riempite, le bottiglie conterranno le bevande a marchio The Coca-Cola Company, come ad esempio Coca-Cola, Fanta, Sprite, FuzeTea e Powerade. I prodotti finiti saranno poi consegnati ai clienti del Nord Ovest, utilizzando una modalità di trasporto round-trip, che permette così di ottimizzare ulteriormente l’impatto ambientale. L’intera flotta compirà almeno 4.000 viaggi all’anno, per un totale di oltre 1,2 milioni di chilometri alimentati con biocarburanti, contribuendo così alla riduzione delle emissioni di Scope 3 anche dei clienti di Coca-Cola HBC Italia.

La collaborazione con i nostri partner è uno dei pilastri strategici fondamentali del programma internazionale Net Zero By 40, con cui nel 2021 Gruppo Coca-Cola HBC si è impegnato a raggiungere le zero emissioni nette lungo l’intera catena del valore entro il 2040.”  Dichiara Antonino Leonello, Logistic Manager di Coca-Cola HBC Italia. “Il Gruppo Casilli rappresenta per noi un fornitore storico, con cui da anni lavoriamo per la decarbonizzazione della nostra supply chain: già nel 2022 abbiamo creato insieme a Casilli e ad altri nostri partner logistici un gruppo di lavoro guidato dal consulente per la transizione energetica Ikigai Capital, finalizzato a trasformarci in un’azienda a zero emissioni entro il 2040. Questo è uno dei primi risultati tangibili e ci auspichiamo che da questa iniziativa si possa generare un effetto volano positivo anche su futuri investimenti tecnologici e sulle partnership aggiuntive in termini di sostenibilità”.

“Collaborare con realtà come CocaCola HBC Italiadichiara Francesco Casilli, CEO dell’azienda nolanaci gratifica e ripaga dei notevoli sforzi compiuti per tenere la nostra azienda ad alti livelli, non soltanto in termini di ammodernamento di mezzi e flotta, ma anche di procedure, sostenibilità e certificazioni. Anche i nostri magazzini rispettano elevati standard qualitativi e di efficientamento energetico, così come d’avanguardia sono i processi logistici, progettati per ottimizzare e massimizzare la precisione e l’affidabilità delle nostre operazioni. Riusciamo praticamente ad essere sostenibili e alto performanti per garantire allo stesso tempo decarbonizzazione e operatività.

I nostri veicoli, tra cui quelli che saranno impiegati nel progetto con Coca-Cola HBC Italia, sono quanto di meglio si possa trovare sul mercato, dal punto di vista tecnologico e in termini di impatto ambientale. Il rapporto di lunga data con Coca-Cola HBC Italia è caratterizzato da una profonda affinità di valori. Condividiamo una solida visione comune in tema di decarbonizzazione, innovazione tecnologica e responsabilità ambientale, principi che ci guidano nel nostro intento di fornire soluzioni avanzate per il trasporto e la logistica, che rispettano l’ambiente e soddisfano le esigenze dei nostri preziosi partner commerciali.“

Altro importante elemento di sostenibilità di questa nuova collaborazione è dato dalla centralità della fabbrica CCH CircularPET di Gaglianico (BI) nelle tratte coinvolte dai mezzi a biocarburante. La fabbrica, recentemente inaugurata, è completamente dedicata alla produzione di preforme in plastica riciclata necessarie all’imbottigliamento dei prodotti a marchio The Coca-Cola Company in Italia. Grazie a questo nuovo progetto con Casilli Enterprise, lo stabilimento diviene protagonista di un concetto di catena di approvvigionamento sostenibile, dalla produzione dei materiali (lavorazione di PET riciclato completamente basata su energia acquistata da fonti rinnovabili), fino alla consegna del prodotto finito nelle fabbriche di imbottigliamento e successivamente verso i clienti.

La sostenibilità di Coca Cola

Nel dicembre 2023 Coca-Cola HBC è stata indicata come l’azienda di bevande più sostenibile al mondo dal Dow Jones Sustainability Index (DJSI) 2023, uno dei principali benchmark globali di sostenibilità. È la settima volta che Coca-Cola HBC si classifica al primo posto e il 13° anno consecutivo che figura tra le prime tre aziende. A ulteriore dimostrazione del concreto coinvolgimento dei propri fornitori, Coca-Cola HBC è stata inclusa nella CDP’s 2023 Supplier Engagement Leaderboard in riconoscimento dell’impegno dimostrato nella misurazione e nella riduzione delle emissioni lungo tutta la catena del valore.