L’Abruzzo punta sugli NFT (Non Fungible Token) per far conoscere, sul mercato degli Emirati Arabi, il suo territorio, le sue eccellenze enogastronomiche, la sua forte attenzione profusa sul tema della sostenibilità. Una scelta innovativa che si è concretizzata nell’adesione al progetto Noble Sweet Transgress, il primo NFT a livello mondiale legato al gelato sostenibile.

Una Nobile Dolce Trasgressione con un tocco d’Abruzzo verde

Creato dall’artista di origini ucraine Tatiana Yatlo, il Noble Sweet Transgress NFT è stato coniato in soli 100 esemplari e verrà lanciato tra oggi e domani a Dubai, in concomitanza con Gulfood, la più importante fiera alimentare del Medio Oriente. Il “Nobile Dolce trasgressione” fa parte della collezione OUT OF THE BOX  che ha come tema, appunto, le produzioni agroalimentari sostenibili e la sicurezza alimentare, ed è dunque sostenuto anche dalla Regione Abruzzo – una dei territori più verdi d’Italia – attraverso l’Arap, azienda che ha in corso a Dubai una promozione dell’Abruzzo Sostenibile a Expo 2020 che coinvolge oltre 20 imprese agroalimentari.

Da Avezzano a Dubai all’insegna della sostenibilità

Una di queste è Olimpia Il Gelato di Avezzano che userà l’NFT come supporto di marketing alla sua internazionalizzazione. Antonio Nanni, maestro Gelataio con 40 anni di esperienza e titolare di Olimpia, intende esportare la sua visione di gelato sostenibile (usa solo il 5% di zucchero) e di territorio abruzzese in varie regioni del mondo a cominciare da Dubai. «Il nostro ruolo è quello di sostenere le imprese abruzzesi sui mercati internazionali e abbiamo scelto di farlo anche con strumenti innovativi, come l’NFT sul gelato sostenibile» ha sottolineato Giuseppe Savini, Presidente di Arap.

Ci sono anche i falconieri abruzzesi tanto amati negli Emirati 

Noble Sweet Transgress NFT verrà presentato, come detto, ad OUT OF THE BOX, il fuorisalone di Gulfood, in corso di svolgimento presso il Fairmont Hotel SZR. In questa iniziativa, Abruzzo Sostenibile ha scelto di far conoscere il territorio dove lavorano le sue imprese agrifood, attraverso gli occhi di un falco che lo sorvola. La falconeria è una delle passioni emiratine e in Abruzzo lavorano grandi falconieri, tra cui Maurizio Blasioli e Giovanni Granati, quest’ultimo proprietario di Flyboost, un’impresa che ha sviluppato avanzate tecnologie per il potenziamento muscolare dei rapaci diurni.