Cashback sanitario cos'è

In Italia potrebbe presto essere adottato il cashback sanitario, misura proposta e portata avanti in Parlamento dal MoVimento 5 Stelle. Il provvedimento è passato alla Camera con 322 voti a favore, 43 contrati e 5 astenuti ed ora arriverà in Senato e, in caso di voto favorevole, potrebbe entrare in vigore a partire dal 2023. Ma cos’è il cashback sanitario e come funziona?

Cashback sanitario, cos’è

Stando a quanto previsto dal testo coordinato della delega fiscale, il cashback sanitario rientra nelle operazioni messe in atto per riorganizzare il sistema delle deduzioni e detrazioni. Più nello specifico, qualora venisse approvato, non si dovrà più attendere il momento della dichiarazione dei redditi per scaricare il 19% della spesa sostenuta in relazione ad acquisti tracciabili per visite mediche o per l’acquisto di medicinali, ma si avrà diritto ad un rimborso più immediato sul proprio conto corrente.

In merito al funzionamento del cashback sanitario, questo prevede l’utilizzo di piattaforme telematiche nel caso di spese mediche sostenute con strumenti di pagamento tracciato. Ecco dunque che il rivenditore o il professionista sanitario dovrà comunicare all’anagrafe tributaria la spesa sostenuta dal contribuente, indicando la volontà di quest’ultimo di fruire del cashback.

Al momento, come ampiamente detto, si tratta ancora di una misura in corso di valutazione e voto da parte delle Camere che, verosimilmente, potrà essere adottata non prima del 2023. Ci sono infatti una serie di ostacoli non trascurabili. Primo tra tutti c’è il fatto che, prima di porre in essere il passaggio dalle attuali detrazioni per spese mediche all’accredito sul conto corrente del contribuente, è necessario riordinare le tax expenditures, con la riduzione o l’eliminazione di sconti fiscali per recuperare risorse per i tagli generalizzati d’imposta. Occorrono dunque dei passaggi intermedi, nel pieno convincimento della maggioranza – che sul tema ha un accordo – che tale pratica possa andare a snellire il processo di detrazione e deduzione delle spese mediche e agevolare i pagamenti elettronici.