caro benzina

Se il caro benzina non si arresta il 36% degli italiani si dichiara pronto a prendere provvedimenti e a cambiare le proprie abitudini di vita. Il restante 40%, invece, pensa che non cambierà nulla. A dirlo è una ricerca del portale AutoScout24, che ha deciso di indagare quanto i rincari sul carburante influenzino le decisioni degli italiani in tema di automobili.

Anche col caro benzina, le auto sono il mezzo ancora più usato

Stando a quanto emerge dalla ricerca, sembra difficile che gli italiani decidano di utilizzare meno l’automobile, che si conferma il mezzo di trasporto fondamentale per la popolazione italiana, che dichiara di usarla almeno 5 volte a settimana (quasi sette su dieci). Più della metà della popolazione italiana (il 53%) spende tra i 100 e i 300 euro al mese per alimentare la propria auto, mentre il 14% supera la soglia dei 300 euro mensili.

Sebbene la crescita dei costi dei carburanti sembri preoccupare ben l’82% degli intervistati, solo 1 quarto di questi ha già cambiato molto o poco le proprie abitudini quotidiane per andare a fronteggiare questo aumento.

Come cambiano le abitudini degli italiani

Vista la rincorsa dei prezzi, ormai, il 72% degli italiani preferisce i self service, che costano qualche centesimo meno, e il 60% presta attenzione a quale sia la stazione di servizio più economica. Sono molti gli italiani che hanno deciso di guidare in una maniera più “soft” per ridurre i consumi (41%).

 Infine, AutoScout24 ha sottoposto una domanda a tutti i suoi intervistati, per andare a indagare le loro opinioni riguardo le cause che stanno portando al tanto discusso aumento dei prezzi del carburante. Governo e compagnie petrolifere si attestano in cima alla classifica dei responsabili, rispettivamente con il 43% e il 37%. Ma c’è anche chi dà la colpa alla guerra e all’Unione europea, mentre le singole stazioni di rifornimento non vengono in alcun modo penalizzate da una situazione che sta evidentemente colpendo l’intero territorio italiano.

LEGGI ANCHE: Bonus benzina e bollette, ecco tutte le misure